Belvedere, altri alberi da abbattere nel torrente Gafaro

Nuova ordinanza del sindaco Cascini motivata da necessità per la pubblica incolumità



BELVEDERE – 16 nov. 22 - Altri alberi da abbattere. Questa volta, tocca al torrente Gafaro, sempre nel territorio di Belvedere Marittimo. Altra ordinanza del sindaco Cascini; la precedente riguardava il torrente Castromurro, sempre nel territorio cittadino. La situazione contenuta nell'ordinanza è simile alla precedente; la decisione per: “la presenza di molte piante ad alto fusto, ormai in fase di essiccamento radicate in alveo lungo il torrente Gafaro che ne impediscono il regolare deflusso e costituenti allo stesso tempo pericolo e causa di danni legati a fenomeni di inondazione e conseguente trasporto di materiale”.



Una “situazione che costituisce pericolo per la pubblica incolumità dei residenti della zona, anche in virtù del manifestarsi di fenomeni di inondazioni recentemente avvenuti e quindi ciò costituisce condizioni di rischio e responsabilità civili e penali”.

Si ritiene quindi di “dover procedere all'adozione di un'ordinanza in merito al taglio delle piante in alveo del torrente e ciò soprattutto al fine di salvaguardare la pubblica e privata incolumità, in considerazione di fattori di rischio conseguenti a cattive condizioni atmosferiche”. Sarà l'azienda Calabria Verde, partner nel protocollo d'intesa, a curare il taglio delle piante.