Alto Tirreno, coronavirus: contagi e quarantene in vari centri della costa

Diversi uffici comunali resteranno chiusi per sanificazione, un dipendente risultato positivo


ALTO TIRRENO – Piccoli focolai che destano qualche attenzione particolare in più si registrano principalmente negli ambiti scolastici. A Tortora, Praia a Mare, San Nicola Arcella.

A San Nicola Arcella, a seguito dell’accertata positività al Covid-19 di un dipendente comunale gli Uffici resteranno chiusi al pubblico fino a 26 marzo. Sarà effettuata la sanificazione degli ambienti ed è stato disposto uno screening per tutto il personale comunale.

L'azienda sanitaria, domani, 25 marzo, avvia le attività di somministrazione della seconda dose del vaccino Covid 19. Tutti i soggetti che hanno già ricevuto la prima dose dovranno pertanto recarsi presso il centro sociale " Lo Schiavo ' dalle 14.30 per ricevere la seconda dose.

A Grisolia è stata disposta la chiusura al pubblico degli uffici comunali per la sanificazione dei locali. “Cari cittadini – scrive il sindaco Saverio Bellusci - vi comunico che un nostro funzionario, presente ieri in comune per poco tempo, è risultato positivo al Covid-19, pertanto nella giornata di oggi è stata effettuata la sanificazione della sede comunale e domani 25/03/2021 gli uffici comunali rimarranno chiusi al pubblico per consentire l’aerazione dei locali.I contatti stretti sono stati sottoposti a ulteriori indagini epidemiologiche. Del caso si sta occupando l’autorità sanitaria che predisporrà, per i contatti stretti come previsto dalla legge, l'effettuazione dei tamponi nelle prossime ore. Si invita tutta la cittadinanza a proseguire le proprie attività nel rispetto delle misure igienico-sanitarie anti Covid 19”.



Stessa situazione a Maierà. Oggi, gli uffici comunali sono rimasti chiusi, per permettere l'intervento di sanificazione, in quanto è transitato un soggetto (non di Maierà) risultato positivo.

Inoltre nella stessa giornata sono stati sottoposti a tampone i dipendenti che hanno avuto contatto con lo stesso, risultando tutti negativi.

A Verbicaro il funzionario risultato positivo ha avuto contatti con vari dipendenti. Gli uffici comunali sono stati chiusi oggi e lo resteranno anche domani per la sanificazione. Riapriranno venerdì prossimo.

Intanto ieri l'amministrazione comunale di Scalea nell'aggiornamento del bollettino ha confermato la presenza di cinque nuovi casi positivi registrati in città e sette guariti. Il totale dei cittadini in quarantena preventiva è di 52. In questi giorni in cui le scuole sono chiuse, sono giunte anche molte segnalazioni di assembramenti, soprattutto di giovani che girano per le vie del centro senza l'utilizzo di mascherina. L'amministrazione comunale invita i cittadini a mantenere alta l'attenzione e rispettare tutte le norme anti-contagio.



A Praia a Mare, da oggi, didattica a distanza fino al 31 marzo per gli studenti del liceo classico "Aldo Moro". La dirigente, in una circolare pubblicata sul sito dell'istituto conferma che: “due alunni delle classi IIB e IIIB del liceo classico di Praia a Mare sono risultati positivi al Covid19 e, preso atto che dai tracciamenti effettuati dal referente covid e dai docenti delle classi interessate, risulta che 13 alunni frequentanti le classi IIB e IIIB e 12 docenti, in servizio presso il liceo classico di Praia a Mare, hanno avuto contatti diretti con gli alunni positivi al Covid19, si dispone la sospensione della didattica in presenza". Prevista la sanificazione degli ambienti. Sempre a Praia a Mare, da ieri è iniziata anche la didattica a distanza per tutte le classi dell'istituto alberghiero; misura in vigore fino alla fine del mese.

A Tortora il sindaco Antonio Iorio ha ordinato, in via cautelativa, la chiusura fino al 5 aprile, compreso, di tutte le scuole pubbliche e private di ogni ordine e grado. La decisione per nuovi casi registrati nel centro tirrenico. Ieri a Tortora, l'amministrazione comunale ha fatto sapere che: “in considerazione dell'elevato numero di contagi registrato nella provincia di Cosenza, l'Asp sta subendo dei ritardi nella redazione delle note di disposizioni. In conseguenza di ciò, le ordinanze di quarantena saranno notificate con ritardo. Pertanto, dato che gli uffici hanno già provveduto a tracciare i casi positivi e i relativi contatti stretti, si raccomanda questi ultimi di osservare la quarantena fiduciaria e l'isolamento, assumendo comportanti responsabili, onde evitare la diffusione del virus”.



2,820 visualizzazioni0 commenti