• Tortora

Alluvione a Tortora, gravi danni, si lavora ancora. Il sindaco Iorio fa il punto - Video

Situazione ancora complessa a Tortora dopo l'alluvione, soprattutto nelle contrade montane



IL VIDEO





TORTORA – 15 ott. 22 – Proseguono le attività per ripristinare la viabilità nel centro storico di Tortora, colpito dal violento alluvione di giovedì sera che, come abbiamo riportato, ha trascinato auto e mezzi, insieme a detriti, come un fiume in piena. E, in effetti, il problema principale è partito proprio dallo straripamento di un canale che ha generato un copioso flusso di acqua piovana lungo le strade del centro storico di Tortora fino a raggiungere la strada provinciale di collegamento tra la marina, il centro storico e le frazioni montane. In città c'è preoccupazione per quanto accaduto, perchè l'evento alluvionale va ad aggiungersi alla tromba d'aria che proprio nei giorni scorsi ha colpito la marina di Tortora, distruggendo due stabilimenti balneari e la piazza Stella Maris. Il sindaco, Antonio Iorio, è intervenuto con un video per fare il punto della situazione. L'amministrazione comunale, sin da subito si è impegnata per cercare di limitare i danni. I vigili del fuoco stanno lavorando da ore con diversi mezzi, anche con ruspe per eliminare il materiale franato a valle. Sono crollati i muri di cemento armato a sostegno di un parcheggio, accanto alla piazza principale del centro storico.



Un intervento importante è stato portato a termine dalle squadre del nucleo operativo di Calabria Verde, distretto 2 Verbicaro, con la direzione lavori dell'ingegnere Raffaele Mangiardi; sul posto anche le squadre del consorzio di bonifica Valle Lao e la Protezione civile.

«Con prontezza e perizia, i tecnici e gli operatori della Provincia di Cosenza hanno rimosso il fango lungo la strada provinciale numero 2, e hanno ripristinato la viabilità nei tratti resi impraticabili dal violento temporale che aveva colpito l’alto Tirreno cosentino. Altri interventi sono stati effettuati per garantire la regolare circolazione dei veicoli». E' il punto della situazione fatto dalla presidente della Provincia di Cosenza, Rosaria Succurro. «Da mesi – ha aggiunto - la Provincia di Cosenza lavora in maniera capillare sulla prevenzione, per evitare, con l’accurata pulizia di canali e cunette, che possano verificarsi problemi di viabilità lungo le strade provinciali, dato che il territorio è soggetto a frane e smottamenti per le condizioni di elevato rischio idrogeologico».



Problemi anche nelle strade delle frazioni montane interessate da frane e smottamenti. I danni maggiori si registrano nelle frazioni di San Quaranta, San Sago, Acqualisparti, Valle dei Pali nella frazione di Cardio, Pizinno, Sarre e nei pressi di Massacornuta. L'alluvione che ha colpito Tortora ha causato un danno molto serio alla condotta Sorical che fornisce acqua al serbatoio di Santo Stefano. “I tecnici della Sorical sono al lavoro – ha fatto sapere il sindaco di Praia a Mare, Antonino De Lorenzo - per ripristinare la linea idrica ma serviranno, probabilmente, 48 ore per creare la nuova linea. Abbiamo rafforzato il gettito che dalla sorgente Papaleo che alimenta il serbatoio di Santo Stefano ma non sarà sufficiente”.