Alcool e stupefacenti: controlli dei carabinieri di Corigliano

Accertate numerose infrazioni, nella zona marina di Schiavonea, controlli dei carabinieri con l'etilometro



CORIGLIANO ROSSANO - 5 lug. 21 - I militari della Compagnia Carabinieri di Corigliano Calabro negli ultimi due weekend hanno effettuato serrati controlli per contrastare il pericolosissimo fenomeno della guida sotto l’effetto di alcool e stupefacenti, che spesso causa sinistri stradali, anche mortali.

Con tali servizi l’Arma locale, coordinata dal capitano Cesare Calascibetta, mira a sensibilizzare quei ragazzi, appena 18enni, che abusano dell’alcool ovvero assumono sostanze stupefacenti, mettendosi subito dopo ed in maniera irresponsabile alla guida dei propri veicoli e diventando delle vere “mine vaganti”, per sé stessi e per gli altri utenti della strada.



Nel weekend dell’ultima settimana di giugno, grazie all’utilizzo dell’apparecchio etilometrico di ultima generazione in dotazione alla compagnia carabinieri ausonica, sono stati controllati numerosi giovanissimi. Accertate due violazione gravi: nella prima, un 23enne con la sua macchina nella quale trasportava altri tre coetanei, è stato fermato dai militari coriglianesi e sottoposto ad accertamento etilometrico, a seguito del quale è stato trovato con un tasso alcolemico nel sangue pari a 0,89 g/l: scattata la denuncia penale, che prevede fino a sei mesi di carcere, oltre al ritiro della patente, per la successiva sospensione fino a 12 mesi.

Nella seconda violazione, ancor più grave, un ragazzo di appena 19 anni in sella al proprio scooter ha tentato di fuggire alla vista dei militari, che dopo un breve inseguimento sono riusciti a fermarlo. Sin da subito i militari hanno notato i sintomi propri di un abuso di alcool da parte del centauro, infatti l’etilometro ha confermato che il giovane aveva un tasso alcolemico pari a 1,23 g/l. Anche nei suoi confronti è scattata la denuncia penale ed il ritiro della patente per la successiva sospensione fino a 12 mesi.



Questo fine settimana, i controlli a Schiavonea hanno portato ad accertare altrettante infrazioni: nella prima un 23enne a bordo della sua utilitaria è stato fermato dai carabinieri, che hanno accertato la presenza di un tasso alcolemico pari a 0,69g/l. E' stata notificata una sanzione amministrativa di 500euro, oltre al ritiro, per la successiva sospensione fino a 6 mesi, della patente di guida. Poco dopo, nella fitta rete di controlli è finito un 28enne, risultato con un tasso alcolemico pari a 0,91g/l; livello che prevede la denuncia penale e la sospensione della patente fino a 12 mesi.

Come accertato, i soggetti che commettono questo reato, la cui gravità principale è data dal mettere a repentaglio l’incolumità propria e delle altre persone, sono nella maggior parte ragazzi di giovane età. I controlli dei Carabinieri continueranno con la stessa assiduità anche nelle prossime settimane, per cercare di far trascorre a tutti un’estate più sicura.



59 visualizzazioni0 commenti