Aieta, tornano le "Giornate d'Europa" con il "Centro Rinascimento"

Le iscrizioni scadono il prossimo 20 giugno. Le Giornate sono programmate dal 26 al 31 luglio ad Aieta



AIETA – 1 giu. 22 - La Calabria, l'area dell'alto Tirreno cosentino, attendevano il ritorno di un evento culturale, di aggregazione, di conoscenza dei luoghi: “Le giornate d'Europa”, la scuola estiva che ha raggiunto la decima edizione. Il tema dell'edizione 2022 è: “Europa, da sogno a necessità”. Il presidente dell'associazione culturale “Centro Rinascimento”, Gennaro Cosentino ricorda che le iscrizioni scadono il prossimo 20 giugno. Le Giornate d'Europa sono invece programmate dal 26 al 31 luglio, al palazzo Rinascimentale di Aieta. Un gradito ritorno, dopo il fermo generato dal Covid. Il bando è disponibile sul sito internet centrorinascimento.it.

Il soggetto promotore dell’iniziativa è appunto l’associazione culturale “Centro Rinascimento”, con sedi a Cosenza e ad Aieta, che, grazie all'impegno del presidente, Gennaro Cosentino, ha intessuto una serie di collaborazioni tendenti a realizzare una rete per la diffusione della cultura europeista.



“Il progetto – spiega il presidente - si prefigge di realizzare, annualmente, un “Laboratorio di pensiero” per far crescere la coscienza e la cultura europeiste e favorire l’integrazione tra Europa e Mediterraneo, Europa e regioni. Il laboratorio di pensiero europeista parte dal basso, da un borgo del Mezzogiorno con l’obiettivo fondamentale di costruire, partendo dai giovani, un’Europa “libera e unita” come era stato propugnato, con visione lunga, nel Manifesto di Ventotene”. Quella in programma, è la decima edizione dell'iniziativa che ha avuto sempre successo per una serie di fattori messi insieme dall'associazione culturale. «Ogni anno – ricorda il presidente Cosentino - dal 2011, nell’ultima settimana di luglio, nel borgo di Aieta, prende corpo la Summer School, aperta a studenti universitari e laureati con età al di sotto dei 35 anni, provenienti da tutt’Europa. Da alcuni anni è stata data la possibilità di partecipare anche a gruppi di studenti provenienti da tutto il mondo, grazie ad accordi con gli uffici relazioni internazionali delle università.



L’iniziativa si avvale della collaborazione di Università, Fondazioni, Associazioni, e del sostegno degli Enti locali e territoriali”. L'idea vincente di un luogo fantastico, al confine fra la Calabria e la Basilicata. “Il luogo scelto per le giornate dell’evento – ricorda Cosentino - è, come sempre, il Palazzo Rinascimentale di Aieta, in provincia di Cosenza, una località di confine tra Calabria e Basilicata, un centro d’arte, di storia e di bellezze ambientali, affacciato sul Mediterraneo, tra Parco Nazionale del Pollino e Mar Tirreno. Aieta ha ottenuto nel 2014 il riconoscimento di “uno dei borghi più belli d’Italia”. Corsisti e ospiti arriveranno ad Aieta il 26 luglio pomeriggio, parteciperanno ogni giorno ai lavori (lezioni tenute da docenti universitari nonché incontri ed eventi pomeridiani e serali con esperti) mentre sabato 30 si terrà l’incontro conclusivo con meeting su argomenti diversi, confluenti nel tema centrale, trattati dai docenti, provenienti da prestigiose università e da rappresentanti della cultura, delle istituzioni, dell’informazione e delle associazioni”. Nel Corso degli anni hanno partecipato a Giornate d’Europa 320 corsisti; 160 docenti, 150 ospiti (ambasciatori, esperti, giornalisti, scrittori, editori, artisti).



109 visualizzazioni0 commenti