Aggredito un ingegnere Sorical: solidarietà dalla Cgil

Era in un terreno dove si doveva procedere alla riparazione della condotta


MELITO PORTO SALVIO – 14 ago. 21 - L’ingegnere Giulio Gangemi, responsabile del compartimento sud della Sorical, è stato aggredito con un bastone metallico da un individuo, non accora individuato della forze dell’ordine, mentre era appena giunto in un cantiere nel territorio di Melito Porto Salvo, allestito per la riparazione di una perdita dell’acquedotto. Gangemi, subito dopo l'accaduto, è stato ricoverato presso l’ospedale di Melito Porto Salvo per accertamenti. L’ingegnere della Sorical era stato allertato dagli operai di un’impresa di manutenzione, e per questo si era recato sul cantiere, perché erano stati minacciati e non riuscivano ad accedere al sito dove era stata riscontrata una perdita dell’acquedotto. Non appena giunto sul posto, l’ing Gangemi è stato aggredito alle spalle e colpito alla testa con un oggetto metallico da una persona che si presume possa essere il proprietario del terreno. Dell’accaduto sono stati informati di carabinieri e nelle prossime ore sarà presentata una regolare denuncia in Procura a Reggio. “E’ intollerabile che un dipendente della Sorical possa essere aggredito solo perché si preoccupa di portare l’acqua nelle case dei calabresi” – afferma il commissario Cataldo Calabretta. “In questa estate torrida, con temperature da alcune settimane sopra i 40 gradi, tutta l’area operativa e manutentiva della Sorical è impegnata con uno sforzo immane teso ad assicurare l’accesso all’acqua potabile e a ridurre al minimo di disservizi. Tutta la Sorical esprime solidarietà all’ingegnere Gangemi e auspichiamo celerità nelle indagini da parte delle forze dell’ordine."



L'INTERVENTO DELLA CGIL

Con una nota è intervenuta la Cgil: Gatto, della segreteria Filctem Cgil Regionale Calabria; e Campione del coordinamento Filctem Cgil Reggio C-Locri.

Il testo: La vile e violenta aggressione perpetrata ai danni di un lavoratore di Sorical Spa mentre svolgeva la propria attività di sopralluogo su un cantiere è assolutamente da condannare e denunciare.

Bene ha fatto l'azienda Sorical Spa ad intervenire tempestivamente segnalando e denunciando il drammatico l'accaduto. La Filctem Cgil tutta è solidale e vicina all' ingegnere di Sorical Spa Giulio Gangemi responsabile Compartimento sud e alla sua famiglia. A lui gli auguri sinceri di pronta e rapida guarigione.

Siamo certi che le Forze dell'ordine e la Magistratura sapranno rapidamente accertare la verità e sanzionare la persona che ha commesso il vile gesto.

Altresì, riteniamo necessario e opportuno che il tema della sicurezza sul lavoro debba tornare immediatamente centrale nelle agende e nel dibattito nazionale e regionale, in quanto le morti e gli infortuni sul lavoro stanno tornano prepotentemente a crescere a ritmi spaventosi e con una recrudescenza inarrestabile.

Tutte le aziende calabresi, pubbliche e private, compresa la Sorical spa, devono tornare ad investire ingenti somme sul tema di Salute e Sicurezza anche oltre il covid, puntando soprattutto sulla prevenzione e la formazione continua, sul benessere psico-fisico dei Lavoratori in modo da garantire sui posti di lavoro elevati standard di sicurezza.

Infine, è necessario investire ingenti risorse economiche, investimenti in risorse umane e in professionalità da assumere nella pubblica amministrazione per adeguare gli organici dei soggetti pubblici a cui sono attribuiti i compiti ispettivi e di controllo.



231 visualizzazioni0 commenti