A Buonvicino la giornata mondiale della terra con i liceali, il Cai e l'Unical

La Giornata mondiale della terra con il club alpino calabrese diretto da Giuseppe Greco, il liceo scientifico di Scalea e l'università della Calabria


Il presidente regionale Cai, Greco


BUONVICINO – 27 apr. 22 - Si è svolta anche sull’alto Tirreno cosentino la “Giornata mondiale della Terra”. La manifestazione è stata organizzata dalla sezione Cai, club alpino italiano, di Verbicaro. Hanno partecipato: i soci della sezione, ed anche gli studenti del liceo scientifico Metastasio di Scalea. Si è svolto un convegno, che ha rappresentato la parte iniziale dell’evento. Dopo un breve saluto del presidente della sezione Andrea Cosentino e del presidente del Cai regionale Calabria, Giuseppe Greco, sono stati trattati diversi argomenti: “Squali: da mostri sanguinari a sentinelle del mare” a cura del Prof. Emilio Speroni, docente Unical, in streaming; a seguire, presente in sala, Aldo Schettino, forestale del Parco nazionale del Pollino che si è soffermato sul tema “La biodiversità: risorsa da tutelare”. Infine, presente in sala, Edoardo Perri, docente dell’Università della Calabria che è intervenuto sul tema: “L’impatto dell’uomo sull’ambiente terrestre. il nostro Pianeta è in Pericolo?”.



Dopo il convegno si è svolta anche un'escursione lungo il sentiero Cai, tecnicamente denominato “Ucs 614”. Si tratta di un percorso che fa parte del geosito dell “Alta valle del Corvino” di Buonvicino. Il Professore Perri nella sua qualità di paleontologo, con la sua didattica chiara e concreta, ha appassionato tutti i presenti ed in particolar modo gli studenti e la loro tutor professoressa Frisina. La conferma di quanto sia importante il rapporto diretto che ciascuno deve avere con il territorio e la natura e come l'ambiente debba essere investigato e compreso per poter essere alla fine valorizzato e tutelato. “I giovani studenti – è emerso durante l'evento - sono stati sensibilizzati su tematiche pur complesse di educazione ambientale assistendo in concreto a come “il territorio stesso” sia e possa diventare un vero laboratorio, una scuola densa di contenuti e di esperienze. L’evento ha rappresentato quanto sia importante per la sezione Cai di Verbicaro l’attenzione verso l’ambiente ma anche il forte legame e la considerazione che in particolare i giovani possono avere per il territorio”.



La manifestazione, ha preso il via alle ore 9.45 presso la Sala San Ciriaco, che è stata messa a disposizione della sezione da Don Salvatore parroco di Buonvicino. L’avvenimento rientra in un più ampio progetto che vede anche la scuola “insieme” al Cai. Una iniziativa che è stata interrotta a causa della pandemia, ma che riprende vita proprio con l’evento di Buonvicino dopo due anni di fermo. Al termine della manifestazione a sancire lo stretto legame che unisce la sezione Cai al Liceo Metastasio di Scalea è stato consegnato a ciascuno degli studenti intervenuti un attestato di partecipazione a conferma di quanto già avvenuto tra le due parti con la sottoscrizione della convenzione finalizzata ad una collaborazione più stretta ed efficace.



295 visualizzazioni0 commenti