Strisce pedonali scolorite: la richiesta della minoranza di Belvedere Marittimo

Il gruppo "Impegno comune" si appella a questioni di sicurezza e chiede il rifacimento della segnaletica orizzontale



BELVEDERE – 30 lug. 22 - Segnaletica orizzontale da rifare. E' l'ultima richiesta del gruppo di opposizione, Impegno comune con capogruppo Ugo Massimilla. Una richiesta che evidenzia l'importanza della sicurezza. La richiesta, con atto ufficiale, è datata 20 luglio. “Abbiamo portato all'attenzione del sindaco e dell'amministrazione comunale la necessità di eliminare eventuali situazioni di pericolo rappresentate dalla segnaletica orizzontale che regola gli attraversamenti pedonali, ad oggi privi di manutenzione e quindi poco visibili. Non avendo ricevuto alcun riscontro auspichiamo un pronto intervento prima della fine dell'estate”.E' l'azione posta in essere dal gruppo di opposizione che in questo primo periodo di consiliatura sta puntando su questioni concrete che riguardano la vivibilità della città. L'ultimo sollecito, porta la firma dei consiglieri comunali Arnone, Massimilla e Cauteruccio. I tre fanno presente: “Quasi tutte le strisce pedonali del territorio comunale sono state cancellate dagli interventi eseguiti sul manto stradale o dall’usura provocata dallo stridio delle ruote dei veicoli.



Difatti, si rende necessario ed improcrastinabile che nel centro abitato siano demarcate la necessaria segnaletica orizzontale e le strisce pedonali per consentire ai pedoni di attraversare la carreggiata stradale in sicurezza”. Il gruppo consiliare di opposizione “Impegno comune” infine evidenzia: “Si deve intervenire nella marina e nel centro storico, ma, soprattutto anche nel tratto della Statale18 per garantire idonea sicurezza ai cittadini che devono attraversare la statale per raggiungere la spiaggia considerato che in questa zona del territorio comunale vi è il più importante arenile della città". Il gruppo di minoranza lancia l'appello al sindaco: "Quanto sopra elencato contribuirebbe a prevenire disagi soprattutto nel periodo di maggiore affollamento rappresentato dalla stagione balneare. Chiediamo quindi al sindaco un pronto intervento senza perdere ulteriormente tempo".



99 visualizzazioni0 commenti