top of page

Santa Maria Del Cedro, multa col tutor: il giudice ha due diversi orientamenti

Aggiornamento: 13 lug 2023

Santa Maria Del Cedro, multa col tutor, bisognerà attendere le motivazioni dell'ultima sentenza. In un caso precedente, viene esclusa l'autorizzazione prefettizia


Santa Maria Del Cedro, multa col tutor


SANTA MARIA DEL CEDRO – 11 lug. 23 - Ha fatto molto discutere la sentenza del giudice di pace di Scalea che sembra avere aperto un precedente sulla questione del tutor di Santa Maria del Cedro. É la prima volta che si ottiene una decisione a favore di un automobilista, per un impianto di controllo della velocità che sembrava essere chiuso in una cassaforte. (Il ricorso accolto leggi ). E, quindi, bisognerà attendere le motivazioni della sentenza. I legali campani che hanno ottenuto il verdetto positivo dal giudice di pace di Scalea indicano quale probabile motivazione, la mancanza dell'autorizzazione prefettizia, trattandosi di un rilevatore di velocità installato in una strada statale.


Santa Maria Del Cedro, multa col tutor: la precedente sentenza

Ma a contrastare tale presunta motivazione, che verrà eventualmente confermata quando saranno pubblicate le motivazioni, c'è una precedente sentenza, sempre del giudice di pace di Scalea. Questa volta, di rigetto del ricorso dell'automobilista che afferma fra l'altro, nelle motivazioni: “Nell'esaminare i motivi di opposizione afferenti l'omessa segnalazione circa la presenza di strumenti tecnici tesi alla rilevazione della velocità, va osservato che il giudice in ossequio all'art. 112 c.p.c. si attiene al principio di corrispondenza tra chiesto e pronunciato e che i motivi dedotti non colgono nel segno in quanto nel verbale di contestazione è stato dato atto della presenza del cartello di presegnalazione del dispositivo utilizzato e ciò ha trovato conferma nella documentazione prodotta da parte resistente che oltre ad avere fede privilegiata senza margini di apprezzamento è contestabile solo mediante querela di falso.



Santa Maria Del Cedro, multa col tutor: l'autovelox ricade in centro urbano

Inoltre, va osservato che nel caso di specie essendo stato accertato che il tratto stradale ricade in centro urbano del comune di Santa Maria del Cedro (cfr. nota Anas del 08.10.2020), l'autovelox con postazione fissa può essere utilizzato senza l'autorizzazione del prefetto e ciò consente di superare l'eccepita carenza di potere della polizia municipale, trattandosi per l'appunto di una strada urbana sotto il controllo della polizia locale. Riguardo il motivo afferente l'inidoneità della segnaletica va rilevato che la giurisprudenza di legittimità è concorde nel affermare che: "In tema di opposizione a verbale di contravvenzione per superamento del limite di velocità, grava sull'opponente, e non sulla P.A., l'onere di provare l'inidoneità in concreto, sul piano della percepibilità e della leggibilità, della segnaletica”. Questo ciò che affermava il giudice Nicodemo confermando la sanzione pecuniaria per l'automobilista.



Comments


Miocomune whatsapp
  • Pagina Facebook miocomune
  • miocomune
  • Youtube miocomune
  • Instagram miocomune
telegram miocomune

contatto mail: miocomune@gmail.com

Iscriviti ai nostri canali per essere sempre informato
Clicca sulle icone, andrai direttamente ai nostri social

bottom of page