top of page

San Nicola Arcella, elezioni: le proposte delle due liste

La sintesi dei programmi che i candidati a sindaco Madeo e Donadio stanno proponendo agli elettori insieme ai candidati a consigliere



SAN NICOLA ARCELLA – 21 set. 21 - La data delle amministrative è vicina e i candidati di San Nicola Arcella hanno diffuso il programma elettorale. Il centro balneare ha bisogno di una doppia marcia per l'amministrazione, quella estiva, in cui si riempiono le seconde case e l'economia muove al massimo i suoi ingranaggi e quella invernale, in cui si risolvono prevalentemente le problematiche dei cittadini residenti.


LA SINTESI DEL PROGRAMMA DI “SNA, PRIMA DI TUTTO”, CANDIDATO A SINDACO EUGENIO MADEO


Eugenio Madeo, e la rispettiva squadra della lista “SNA, prima di tutto”, nelle linee programmatiche rimarca la forte “appartenenza alla comunità sannicolese. A nessuno – scrive - chiediamo di rinunciare alle proprie idee e convinzioni politiche, chiediamo a tutti, però, di metterle al servizio degli interessi primari della nostra comunità”. Un programma che “guarda prima di tutto agli interessi della comunità sannicolese, nella convinzione che solo così sarà possibile promuovere la crescita di ogni singolo suo appartenente. Vogliamo – si legge - che nella nostra comunità prima di tutto si dia aiuto e sostegno ai più deboli e indifesi e nessuno si senta solo ed escluso, ma senta forte la solidarietà e la vicinanza di tutti i sannicolesi”. Madeo e la sua squadra puntano alla valorizzazione delle risorse: “Il modo migliore per affrontare le sfide del mercato globale è puntare innanzitutto sulla valorizzazione di tutte le risorse di cui è ricco il nostro territorio. Identità, cultura, storia e tradizioni, risorse umane e territoriali costituiscono il grande patrimonio di riferimento per costruire il nostro futuro”. In agenda i problemi legati ad acqua, depurazione, pulizia del mare, raccolta e smaltimento dei rifiuti, sistemazione idrogeologica delle aree a rischio: un “impegno prioritario da assumere unitariamente con tutte le amministrazioni pubbliche presenti nell’area. In particolare, prima dell’intervento sulle reti di distribuzione idrica, occorre chiedere alla Regione ed alla Sorical di attivare gli altri serbatoi realizzati e non utilizzati”. E poi: no alle torri eoliche, sì all'energia solare. Natura con il parco del Pollino, l'Arcomagno. Priorità per il piano strutturale e per il centro storico e, naturalmente per il turismo.



LA SINTESI DEL PROGRAMMA DI “COMUNITA' E IDENTITA'” CANDIDATO A SINDACO DOMENICO DONADIO


Ventotto punti schematici nel programma del candidato a sindaco Domenico Donadio e del gruppo della lista civica “Comunità e identità”. Gli argomenti vengono proposti proprio come una “lista di cose da fare”, alle quali, in caso di vittoria, andranno man mano apposte le crocette. “Comunità e identità” propone il potenziamento dei depuratori per un mare più pulito, ma anche un tavolo tecnico permanente, con i sindaci del territorio ed i rappresentanti delle associazioni ambientaliste, per garantire la migliore qualità possibile del mare. Inoltre sarà attiva, come in passato, una imbarcazione per la pulizia dalle schiume e dai rifiuti solidi presenti spesso in superficie. E poi: coesione sociale, rispetto dei valori identitari; riordino della macchina amministrativa con incremento di risorse umane ed un'area di vigilanza. Sui tributi si pensa ad un percorso per ridurre il carico fiscale per le famiglie. E poi: nuovi parcheggi e rivisitazione del piano traffico; sistemazione ed approvazione definitiva del piano spiaggia in base alle leggi ed ai regolamenti vigenti, con attenzione alle spiagge libere ed attività di pulizia; il Psc e la riqualificazione e conservazione del sito Arcomagno “con gestione oculata ed attenta, per demandarlo alle generazioni future quale patrimonio naturalistico di inestimabile valore”. E qui, si pensa a percorsi naturalistici, parchi botanici, incoraggiamento delle attività sportive all'aria aperta.

Non mancano: l'obiettivo legato al riordino del sistema di raccolta e gestione dei rifiuti solidi urbani; le soluzioni per il problema Idrico, il recupero, attraverso il Demanio, della struttura del Palazzo dei Principi. E ancora: dissesto idrogeologico, sistemazione viaria e pubblica illuminazione di c/da San Giorgio e c/da Dino da tempo ormai completamente abbandonate; realizzazione della rete fognaria con collegamento sino al depuratore comunale.



Komentarze


Miocomune whatsapp
  • Pagina Facebook miocomune
  • miocomune
  • Youtube miocomune
  • Instagram miocomune
telegram miocomune

contatto mail: miocomune@gmail.com

Iscriviti ai nostri canali per essere sempre informato
Clicca sulle icone, andrai direttamente ai nostri social

bottom of page