top of page

Praia a Mare, gli spari in strada: questioni locali

Aggiornamento: 22 set 2021

Come è noto è rimasto ferito un uomo di 38 anni di Praia a Mare. Due proiettili lo hanno raggiunto alle gambe, sparati alle spalle


il luogo della sparatoria

PRAIA A MARE – Due colpi di arma da fuoco alle gambe, forse esplosi da una pistola calibro 7.65. Il fatto è accaduto intorno all'una di ieri notte, in via Cav. Pasquale Longo, nel centro di Praia a Mare. La vittima, un 38enne, S.I., del comune turistico balneare dell'alto Tirreno, è stata fatta segno dei colpi di pistola esplosi verso gli arti inferiori ed è finta per terra. Secondo quanto è emerso, almeno sette colpi di pistola sono stati esplosi da una persona che avrebbe sorpreso la vittima alle spalle. Successivamente sarebbero state viste fuggire tre auto, lo avrebbero rivelato i testimoni presenti a quell'ora.



La vicenda potrebbe non essere legata, quindi, a diverbi fra turisti, ma a questioni di altra natura fra persone del posto. Certo, è vero che il ricorso alle armi da fuoco anche per dirimere una semplice discussione, sul Tirreno cosentino, diventa sempre più frequente, maggiormente in estate, in tutta la fascia della riviera dei cedri. La vittima, da quanto si è appreso, è finita per terra. E' stata immediatamente soccorsa dalle persone presenti che hanno avvisato il 118 e i carabinieri. Il 38enne, non versa in pericolo di vita. Su quanto accaduto, indagano i carabinieri della compagnia di Scalea, coordinati dal capitano Andrea Massari. Dirige le indagini il pubblico ministero Maria Francesca Cerchiara della procura di Paola, con a capo il procuratore Pierpaolo Bruni. Già nelle ore successive, i militari hanno sentito diversi testimoni. I militari avrebbero effettuato anche alcune perquisizioni e avrebbero sequestrato, fra l'altro, un bilancino di precisione.



Verifiche sono in corso anche per un uomo di 40 anni di Praia a Mare che potrebbe essere a conoscenza dell'accaduto e che comparirebbe in alcuni filmati recuperati dalle telecamere di videosorveglianza. I fatti sono avvenuti nei pressi di un pub nel centro di Praia a Mare.

Non è il primo episodio, proprio nei giorni scorsi, come è noto, a Scalea, all'alba del 16 agosto, fra un gruppo numeroso di giovani, probabilmente anche villeggianti, intorno alle 6.30, sono stati esplosi colpi di pistola, uditi distintamente da alcuni testimoni che poi hanno visto diversi ragazzi fuggire dall'area del mercato settimanale. Sul posto, i carabinieri hanno recuperato dei proiettili che, da quanto si è appreso, sarebbero calibro 7.65, forse esplosi da una pistola.

Il presidente della commissione anti 'ndrangheta alla Regione Calabria, Antonio De Caprio, è intervenuto su quanto accaduto: “La misura è colma – scrive De Caprio -. Basta con lo scempio del comprensorio altotirrenico, in balia di criminali che non hanno alcun contegno nel rendersi partecipi di vili e indegni atti intimidatori. In pericolo è l’integrità della nostra società – afferma il capogruppo di Forza Italia in consiglio regionale” . Ma la vicenda, questa volta, potrebbe non avere a che fare con questioni fra turisti.



2.992 visualizzazioni

Comments


Miocomune whatsapp
  • Pagina Facebook miocomune
  • miocomune
  • Youtube miocomune
  • Instagram miocomune
telegram miocomune

contatto mail: miocomune@gmail.com

Iscriviti ai nostri canali per essere sempre informato
Clicca sulle icone, andrai direttamente ai nostri social

bottom of page