Patto di amicizia stretto fra Santa Domenica Talao e Santo Domingo

E' rientrata la delegazione di Santa Domenica Talao, con il sindaco, che ha partecipato alla cerimonia oltreoceano



SANTA DOMENICA TALAO – 23 nov. 22 - Ha fatto rientro in Calabria il sindaco di Santa Domenica Talao, Alfredo Lucchesi, che si è recato nei giorni scorsi nella repubblica di Santo Domingo per confermare il “patto di amicizia” fra le due comunità. Un contatto aperto da decine di anni che ora farà anche riferimento ad una stretta di mano avvenuta dall'altra parte dell'oceano Atlantico. La firma del patto di collaborazione è avvenuta nella capitale tra il sindaco di Santa Domenica Talao, Alfredo Lucchesi, e la sindaca di Santo Domingo, Carolina Mejia. Nel corso della cerimonia, Lucchesi, ha ringraziato tutti coloro che si sono spesi per portare a compimento questo importante obiettivo e, in particolare, Juan Batllee e la consorte Jolanda, oltre che Nicole Batlle per aver da subito caldeggiato l’iniziativa, appoggiato il progetto e organizzato, magistralmente, tutti gli eventi che hanno preceduto e seguito la sottoscrizione dell’atto. Molti cittadini del centro dell'alto Tirreno cosentino si sono spostati negli anni a Santo Domingo contribuendo ad allargare la comunità calabrese nella città domenicana.



Lucchesi nel discorso, durante la cerimonia della serata del 14 novembre, dinanzi alle autorità locali e a numerosi discendenti di cittadini santadomenichesi, ha affermato senza alcun dubbio che: «Lo scopo di questo gemellaggio è finalizzato a raggiungere due obiettivi importanti: facilitare la crescita economica di filiere strategiche, per entrambe le comunità, quali agroalimentare e turistica; favorire in maniera efficace e coinvolgente lo sviluppo delle relazioni interpersonali, in vista di un proficuo processo di integrazione, attraverso l’allargamento dei confini ristretti di una realtà circoscritta unicamente al proprio territorio e la costruzione di un’identità transnazionale». Alfredo Lucchesi ha evidenziato, ancora: «Come sindaco di Santa Domenica Talao e come membro del direttivo del Gal Riviera Dei Cedri, mi impegnerò affinchè questo incontro rappresenti l’inizio di un rapporto concreto e duraturo tra le nostre comunità inteso come conoscenza delle nostre rispettive culture. Con l’ausilio delle associazioni culturali presenti sul territorio, con il sostegno della Regione Calabria e dell'ente Parco del Pollino, sono certo che questo gemellaggio potrà rappresentare, per tutto il territorio, occasione di dialogo, incontro e confronto e terreno fertile per sperimentare esperienze concrete di integrazione e scambio interculturale».



Non sono mancati, poi, i ringraziamenti a Sua eccellenza Francisco Ozoria, arcivescovo cattolico dominicano, e a sua eccellenza Jose Amable Duran per aver suffragato il gemellaggio, “nel nome del Signore, con la Santa messa tenutasi, in cattedrale il 13 novembre”. I ringraziamenti anche al sacerdote Don Miguel Arenas, parroco di San Giuseppe di Santa Domenica Talao per aver condiviso con lui questa meravigliosa esperienza apportando il suo prezioso contributo; presente anche il consigliere comunale Giuseppe Candia. Infine, Lucchesi ha rinnovato, i ringraziamenti alla sindaca Mejia per l’ospitalità con la speranza che presto possa decidere di venire a visitare il borgo di Santa Domenica Talao e a conoscere la sua comunità fatta di persone oneste, laboriose ed accoglienti. Ha inoltre invitato tutti i presenti a venire in vacanza nella nostra terra in modo da poterne apprezzare le bellezze storiche, artistiche e naturali e, a tutti coloro che , invece, hanno una parte di cuore che li lega a Santa Domenica Talao, ha ricordato che in Italia c’è un piccolo borgo che li aspetta pronto ad abbracciarli come figli nati dal suo stesso grembo.