top of page

Palazzo dei principi, a S. Nicola Arcella si discute sulla richiesta di risarcimento

Il Demanio chiede un risarcimento di poco meno di 58mila euro al comune. Si accende il dibattito sull'utilizzo nel tempo della struttura



SAN NICOLA ARCELLA – 26 ott. 21 - Con la nuova amministrazione del sindaco Eugenio Madeo torna d'attualità la vicenda relativa all'utilizzo del palazzo dei principi di San Nicola Arcella. La tematica, ovviamente, non è legata all'insediamento della nuova amministrazione, bensì ad una richiesta di risarcimento danni per la somma complessiva di 57.725,64 euro, da parte dell’Agenzia del Demanio direzione regionale della Calabria. Come è noto, il palazzo era stato affidato alla precedente amministrazione comunale, dopo il restauro. Nel tempo, la struttura non è stata utilizzata nei modi in cui era stato stimato finendo in un inesorabile degrado. E proprio in riferimento a tale situazione, l'agenzia del Demanio che, nel frattempo, è tornata in possesso dell'immobile ha avanzato la richiesta di risarcimento al comune. Il sindaco attuale, Eugenio Madeo, ha inviato una nota all'agenzia del Demanio, nella quale afferma che: “Desta meraviglia e stupore la richiesta di danni al comune di San Nicola Arcella a seguito del trasferimento del bene di nuovo all’Agenzia del Demanio del Palazzo dei Principi Lanza di Trabia, dopo che lo stesso Stato centrale, attraverso il ministero dei Beni Culturali e la gestione del bene tramite l’Agenzia del Demanio, pur avendo speso ben oltre 7 milioni di euro, lo aveva lasciato nel più completo abbandono, mai aperto ed utilizzato, sottoposto ad atti vandalici di ogni genere, fino a farlo di nuovo ritornare ad essere un rudere, con grave danno di immagine per lo stesso Comune, meta di turisti che restavano negativamente impressionati dalla visione desolante del bene in oggetto”.


La questione ha riaperto una discussione, non solo a carattere locale. Il consigliere comunale di opposizione, Domenico Donadio, in una nota sottolinea, fra l'altro: “Un documento quello dell'Agenzia del Demanio che, nella sua brevità e con terminologia burocratica, condanna senz'appello la passata amministrazione comunale riguardo alla cattiva gestione dell'immobile storico tanto caro a tutti i sannicolesi ed al mancato rispetto degli impegni assunti con l'accordo di valorizzazione sottoscritto, nonché la dimostrazione che molte scelte effettuate avevano, ed hanno tuttora, solo una mera motivazione propagandistica ed elettorale, prive di ogni progettualità gestionale e prive di ogni supporto economico-finanziario per la loro valorizzazione e fruizione della cittadinanza.

Restiamo in attesa di conoscere sia gli sviluppi futuri di questa vicenda, politicamente vergognosa per la storia della nostra comunità, e sia le intenzioni dell'attuale maggioranza consiliare in relazione a quanto dichiarato sulla vicenda in campagna elettorale ed al loro programma amministrativo”.

Per il sindaco Madeo che individua, eventualmente, l'affidamento anche a privati della struttura, “Se c’è una istituzione che ha subito danni finanziari e di immagine per tutta la vicenda riguardante il recupero e la valorizzazione del Palazzo dei Principi fin dalle sue origini, questa è certamente riferibile al comune di San Nicola Arcella. Il Comune – commenta il sindaco Madeo - non chiederà il rimborso di tutte le migliorie apportate, nè i danni di immagine subiti nel tempo. Si chiede, però, all’Agenzia del Demanio di rinunciare alla sua pretesa di rimborso per danni ed il ritorno ad un rapporto di proficua collaborazione per evitare che quel bene ritorni allo stato di abbandono e degrado in cui per anni era stato lasciato, nonostante i notevoli sforzi finanziari sopportati dalle casse statali”.



Comments


Miocomune whatsapp
  • Pagina Facebook miocomune
  • miocomune
  • Youtube miocomune
  • Instagram miocomune
telegram miocomune

contatto mail: miocomune@gmail.com

Iscriviti ai nostri canali per essere sempre informato
Clicca sulle icone, andrai direttamente ai nostri social

bottom of page