Orsomarso, l'opposizione abbandona il consiglio per protesta

la macchina amministrativa è rimasta sguarnita e l'amministrazione non ha attivato le procedure



ORSOMARSO – 5 ago. 22 - Il gruppo consiliare di opposizione “Rinascita Democratica” ha abbandonato la seduta del consiglio comunale dei giorni scorsi, per protesta. Si discuteva, fra l'altro, anche sull'approvazione del Bilancio di Previsione per il triennio 2022-2024. I motivi che hanno indotto il gruppo consiliare di opposizione ad assumere una decisione così eclatante, sono spiegati nella dichiarazione di voto letta durante la seduta e consegnata agli atti della seduta per farne parte integrante.

“Già all'indomani dell'insediamento del Consiglio comunale attualmente in carica, a fine settembre 2020 - scrivono i consiglieri di opposizione Pio Sangiovanni, Cosimo Galtieri e Roberto Sangiovanni - avevamo chiesto con convinzione di attivare le procedure per la copertura dei posti di ruolo rimasti vacanti a seguito di pensionamento del personale precedentemente in servizio. A nostro avviso c'erano e ci sono le condizioni per dare alla macchina amministrativa una struttura stabile, con personale di ruolo per come previsto dalla normativa vigente”. Una richiesta reiterata negli anni successivi, fino alla lettere del 20 giugno 2022 quando gli stessi consiglieri di opposizione hanno chiesto l'adozione di una delibera di Giunta che, nel rispetto della legge, programmasse il fabbisogno di personale per il triennio a venire con la copertura dell'organico di ruolo previsto e specificamente: due dipendenti nel ruolo di Polizia Municipale, uno nel ruolo di Responsabile dell'Ufficio Tecnico e uno nel ruolo di Responsabile del Settore Amministrativo-Finanziario.



«Purtroppo - aggiungono gli esponenti del Gruppo Rinascita Democratica - dobbiamo prendere atto della totale sordità da parte del sindaco, della giunta e dell'intera maggioranza che non hanno neanche ritenuto di degnare di una risposta quella richiesta, approvando un piano triennale del fabbisogno del personale che rende definitivo uno stato di precarietà i cui risultati si vedono già oggi sotto gli occhi di tutti. Basti citare soltanto il fatto che nessun agente di Polizia Municipale risulta attualmente in servizio e si attende la disponibilità di soggetti inseriti nelle graduatorie di altri Comuni, mentre siamo ormai in pieno agosto e un servizio, che è fondamentale per il nostro Comune e territorio, risulta praticamente scoperto».

E così concludono: «Si tratta di un comportamento, quello del sindaco e della maggioranza, assolutamente incomprensibile e dannoso per l'intera comunità di Orsomarso e per tutti coloro che visitano il nostro paese. Alla luce di quanto abbiamo brevemente scritto, per manifestare tutta la nostra contrarietà e protesta, nostro malgrado, abbandoniamo la seduta del Consiglio Comunale».



147 visualizzazioni0 commenti