top of page

Diamante, reflui fognari versati in un terreno. Ordinanza di Pascale

Immediato intervento per bloccare la fuoriuscita di liquami in un pozzetto di un terreno privato



DIAMANTE – 24 giu. 22 - I controlli preannunciati dal vicesindaco di Diamante, Giuseppe Pascale, hanno prodotto i primi controlli e i primi risultati. L'attività di controllo si evince da un'ordinanza a tutela della saluta pubblica che reca proprio la firma del vicesindaco. L'attività di controllo, da quanto si legge agli atti, è racchiusa in una relazione del comandante della polizia municipale. Un sopralluogo effettuato con l'ufficio manutentivo, lo scorso 20 giugno, in località Cucco, nella zona mare. E' stata rilevata la fuoriuscita di reflui fognari da due pozzetti su un terreno di proprietà privata. Mercoledì si è svolto un ulteriore sopralluogo e ulteriori verifiche hanno ricondotto alla presenza di una tracimazione della condotta fognaria comunale che attraversa i terreni del cittadino. E' stata evidenziata la presenza di un foro alla base del pozzetto più a nord e la presenza di fanghiglia vicino ai pozzetti e lungo parte della strada.



Nel secondo sopralluogo è emerso che: “dai pozzetti oggetto di accertamento non fuoriusciva alcun liquame grazie all'intervento effettuato dall'autospurgo in data 20 giugno. L'area circostante, i pozzetti e parte della strada erano invasi da fanghiglia” e si rilevava la necessità di "provvedere a trovare una soluzione alternativa per consentire l'allaccio dei lidi gravanti sul tratto di fogna pubblica che attraversa i terreni del cittadino. In caso contrario – si evidenzia agli atti - si potrebbero reiterare le stesse problematiche che hanno causato l'apertura del foro nel pozzetto, con evidenti ricadute negative sull'ambiente”. Si ritiene, inoltre, che tale stato di fatto: “costituisce pericolo per la salute pubblica e condizione di degrado; trattandosi di un'emergenza di igiene pubblica, in attesa di accertamenti più puntuali circa le relative responsabilità, risulta necessaria ed improcrastinabile l'adozione di provvedimenti volti ad assicurare immediata e tempestiva tutela di interessi pubblici quali la salute della collettività, l'igiene ed il decoro di aree urbane che, in ragione della situazione di emergenza dovuta all' apertura delle attività balneari, non potrebbero essere protetti in modo adeguato ricorrendo alle vie ordinarie”. E' stata quindi individuata una ditta che dovrà provvedere a chiudere e sigillare i tombini nell'area che deve essere bonificata dallo sversamento dei liquami. Si procederà a realizzare un pozzetto del ramo di condotta fognaria su strada pubblica, secondo le direttive impartite dal responsabile del settore. Si dovrà quindi passare velocemente al collaudo dei lavori e all'immediato allaccio al nuovo ramo di fognatura realizzando a monte dell'allaccio, e nell'area in concessione, un pozzetto di ispezione sifonato, per come previsto nel regolamento vigente.


L'INCONTRO CON I GESTORI DEI PARCHI

DIAMANTE – Si è tenuto nel pomeriggio di martedì l'incontro, convocato dal vicesindaco Pino Pascale, con gli amministratori dei parchi residenziali, sul tema delle discariche abusive e delle acque reflue. Una iniziativa preannunciata nei giorni scorsi in occasione della segnalazione di chiazze sulla superficie del mare. Presenti, oltre al vicesindaco, il consigliere con delega all'ambiente, Antonio Cauteruccio; il consigliere al welfare, Ornella Perrone; il responsabile dell'ufficio tecnico urbanistica, Vincendo Vaccaro e il responsabile dell'ufficio lavori pubblici, Luigina Maradei. Il vicesindaco ha richiesto agli amministratori dei parchi “la massima collaborazione e una particolare attenzione sulla problematica degli scarichi a mare che risulta decisiva, innanzitutto per la tutela della salute dei cittadini e del rispetto dell'ambiente e, oltre a questo, per i riflessi che ha sull'economia della città e del territorio”. Allo stesso tempo, Pino Pascale ha ribadito che “contro ogni irregolarità sarà attuata tolleranza zero, e che saranno effettuati controlli stringenti su tutto il territorio per prevenire e sanzionare ogni abuso”. Nel corso del vertice, anche un confronto affrontato con lo spirito cooperativo richiesto, nel quale gli amministratori dei parchi hanno potuto interloquire e rappresentare le loro problematiche agli amministratori e ai responsabili degli uffici. Altro tema affrontato nel corso della riunione quello della raccolta differenziata dei rifiuti, con il consigliere all'ambiente Cauteruccio che ha illustrato agli amministratori dei parchi le tempistiche e le modalità del nuovo servizio di igiene urbana.



Miocomune whatsapp
  • Pagina Facebook miocomune
  • miocomune
  • Youtube miocomune
  • Instagram miocomune
telegram.jpg

contatto mail: miocomune@gmail.com

Iscriviti ai nostri canali per essere sempre informato
Clicca sulle icone, andrai direttamente ai nostri social

bottom of page