Diamante, impianti di telefonia: ordinanza del vicesindaco Pascale

Bloccate tutte le attività dino al 30 aprile 2021; a Diamante non potranno essere cancerizzate o iniziate opere


DIAMANTE – 22 gen. 21 - Nuova ordinanza a firma del vicesindaco, Giuseppe Pascale, sugli impianti di telefonia mobile. Recentemente, come è stato riportato nei giorni scorsi, il Tar ha rigettato il ricorso dell'azienda telefonica che stava installando un impianto sul tetto di un fabbricato. Per eliminare ogni possibile equivoco, il vicesindaco Pascale, subito dopo il pronunciamento del Tar ha ordinato: “Che sino al 30 aprile 2021 non possano essere iniziate attività e/o cantierizzate opere e interventi volti ad ottenere, anche nella forma del silenzio significativo, titoli abilitativi (autorizzazioni, permessi, nulla osta) per la realizzazione e o l'ampliamento, potenziamento adeguamento e o qualsiasi tipologia di intervento di modifica di impianti di telefonia mobile o radio base sul territorio comunale. Restano consentiti, previa la dovuta comunicazione al comune, le attività di manutenzione ordinarie e quelle che si dovessero rendere necessarie per la mera riparazione di guasti o malfunzionamenti degli impianti con ripristino della funzionalità in essere alla data odierna e senza alterazioni di alcun tipo”. E ancora: “Sino al 30 aprile 2021 non possono essere presentate al Comune di Diamante nuove richieste, comunicazioni, domande” per la realizzazione, ampliamento, potenziamento e adeguamento, manutenzione ordinaria e straordinaria, di impianti di telefonia mobile o radio base sul territorio comunale.



La giustificazione di tali limitazioni viene individuata nella particolare situazione emergenziale in atto provocata dall'epidemia da coronavirus. Si evidenzia che “il Comune di Diamante dispone di dotazione di personale gravemente sottodimensionata e che le forze di polizia locale i pochissimi addetti e funzionari degli uffici tecnici sono attivamente e continuamente impegnati a presidiare il territorio per il rispetto delle limitazioni e prescrizioni vigenti nell'attuale fase in cui vi è stata una pressoché generalizzata e completa riapertura nel territorio regionale, delle attività economiche, produttive e ricreative, quanto alle numerose e diversificate prescrizioni e misure dettate per il contenimento del rischio epidemiologico ancora in atto, nonché a corrispondere alle molteplici e pressanti istanze della cittadinanza alle soglie della stagione estiva con una problematica ripresa delle attività locali”.

270 visualizzazioni0 commenti
  • Pagina Facebook miocomune
  • miocomune
  • Youtube miocomune
  • Instagram miocomune
  • LinkedIn
telegram.jpg
  • Pagina Facebook miocomune
  • miocomune
  • Youtube miocomune
  • Instagram miocomune
  • LinkedIn
telegram.jpg
Segnalazioni e info
contatto mail: miocomune@gmail.com
Iscriviti alle Newsletter

Copyright © Miocomune. Tutti i diritti riservati. - quotidiano on line (Reg. inf. 01/2012, Trib. Paola)