Covid 19: Tortora chiusa da stamattina; un caso a Marcellina, sanificazione alla primaria

Coronavirus nell'alto Tirreno: il sindaco di Tortora, Iorio, non condivide la chiusura in zona rossa; a Marcellina un caso alla primaria, chiusura fino a giovedì


TORTORA – 20 apr. 21 - Il comune di Tortora, dalle 5 di questa mattina e fino al 30 aprile compreso, è zona rossa. La decisione rientra nell'ordinanza del presidente facente funzioni della Calabria, Spirlì, ma ha già generato polemiche e non si esclude anche un eventuale ricorso. La notizia era già circolata nella giornata e l'amministrazione comunale del sindaco Antonio Iorio si era affrettata a smentire l'attivazione della zona rossa, sostenendo che non vi erano i numeri. In serata, invece, l'ufficialità è giunta con la pubblicazione dell'ordinanza del presidente della Regione. La notizia ha generato proteste da parte dei cittadini, soprattutto dei commercianti che hanno fatto notare alcune stranezze, come, per esempio, il fatto che non è stata istituita la zona rossa in momenti in cui i contagi erano sicuramente più alti. Qualcuno già ipotizza una protesta seria come la chiusura dell'ingresso della Calabria proprio all'altezza del fiume Noce, al confine con la Basilicata. Il sindaco Antonio Iorio, ieri ha affermato che si tratta di: "Una scelta inaccettabile per i numeri. Impugneremo l'ordinanza – ha detto - e ci rivolgeremo alla magistratura".

Nella nota della Regione Calabria si evidenzia: “Il dipartimento di Prevenzione dell’Azienda sanitaria provinciale di Cosenza ha comunicato che nel Comune di Tortora si segnalano 49 casi attivi, dei quali quasi il 50% si è registrato negli ultimi 7 giorni, con ulteriori 23 soggetti già positivi al test rapido antigenico, in attesa di conferma; in detto territorio si rileva un ampio cluster scolastico (6-12 anni) nonché la presenza, a seguito dell'avvenuto sequenziamento, della variante “inglese” del Sars-CoV-2”. In mattinata, l'amministrazione comunale aveva contestato tali dati. Il sindaco Iorio evidenziava come su trenta tamponi effettuati, 28 avevano dato esito negativo e due esito positivo.


Intanto, già venerdì scorso, l'assessore al personale, Biagio Praino, aveva preannunciato l'adozione di procedure straordinarie di sicurezza per il rischio contagio sui luoghi di lavoro. Con decorrenza da ieri, infatti, si stabiliva che gli sportelli comunali, al piano terra dell'edificio, adibiti a servizi demografici, sociali e tributi potevano restare aperti al pubblico, in quanto dotati delle idonee protezioni, ma c'è bisogno della prenotazione telefonica per effettuare gli accessi in linea con le norme anti covid. Le disposizioni, si legge nell'avviso: “assumono carattere di direttiva vincolante”. Inoltre, sabato scorso, il sindaco Iorio aveva lamentato ritardi nella comunicazione dei risultati dei tamponi molecolari. Il risultato di 30 tamponi è giunto tra sabato sera e domenica.

La comunicazione della zona rossa per il territorio di Tortora, contribuisce ad esasperare gli animi in un momento in cui si comincia a pensare ad un possibile allentamento delle restrizioni per poter trascorrere una stagione estiva aperta alle presenze di turisti e villeggianti. Bisognerà attendere, adesso, le decisioni dell'amministrazione comunale su un eventuale ricorso che, comunque, al momento, non produrrebbe alcun risultato immediato. Intanto dal comune di Scalea è giunto anche un messaggio di solidarietà all'amministrazione tortorese: “La Città di Scalea – si legge - si stringe alla comunità di Tortora con la speranza di lasciarci presto alle spalle questo difficile momento. Forza Tortora”.


A MARCELLINA PRIMARIA CHIUSA PER SANIFICAZIONE. UN CASO

Scuola chiusa a Marcellino per sanificazione. Un caso positivo nella scuola primaria di via Orsomarso. Il sindaco, Ugo Vetere, ha disposto la chiusura del plesso scolastico da oggi, fino a giovedì 22 aprile. E' stata riscontrata la positività su di un alunno che ha eseguito il tampone rapido. “Il plesso – scrive Ugo Vetere - verrà sanificato come tutti e 4 gli scuolabus. Mi riservo di adottare ulteriori provvedimenti qualora dall'Asp o dai centri autorizzati dovessero pervenire ulteriori esiti positivi di tamponi”. Notificate anche le ordinanze di quarantena ai ragazzi che frequentano la 5A. “Invito i cittadini della comunità – scrive ancora il sindaco Vetere - ad uscire solo per motivi di lavoro. Sanitari e urgenti. Ad indossare le mascherine e a rispettare il distanziamento”. Nell'ordinanza, il sindaco precisa che “le linee guida, anche in ipotesi di caso positivo riscontrato all'interno della scuola, prevedono che tanto non dovrebbe determinare la chiusura dell'istituto scolastico, tanto più se la trasmissione nella comunità non è elevata”. In ottica di prevenzione, però appare opportuno procedere alla sanificazione.



1,273 visualizzazioni0 commenti