Aieta, protocollo d'intesa fra Croce Rossa "alto Tirreno" e comune

Siglato il protocollo d'intesa fra il comune di Aieta e la Croce Rossa italiana, comitato dell'alto Tirreno cosentino, organizzazione di volontariato




AIETA – 25 ott. 21 - Prosegue l'attività sul territorio della Croce Rossa italiana, comitato dell'alto Tirreno cosentino. È stato formalizzato, sabato mattina, il protocollo di intesa tra il comune di Aieta e la Croce rossa italiana, comitato dell'alto Tirreno, “organizzazione di volontariato”. Il comune di Aieta metterà a disposizione del comitato un ambiente idoneo per lo svolgimento delle attività, a titolo puramente gratuito, con lo scopo di formare personale volontario qualificato e avviare un nuovo Ufficio territoriale.


Alla firma del protocollo erano presenti, per l'amministrazione comunale il sindaco, Pasquale De Franco; il vicesindaco, Anna Lacava; Antonella Manfredi,con delega alle politiche sociali; per il comitato Croce Rossa: il presidente Antonio Zaccaro; una delegazione di volontari, tra i quali, il consigliere Giuseppe Montaspro, il responsabile dell'ufficio stampa del comitato Giovanni De Francesco, la responsabile dei servizi sanitari per l'ufficio territoriale Cri di Praia a Mare Palmina Oliva e il referente truccatori & simulatori, Anna Aurelio. Con l'atto firmato si individuano e formalizzano alcune importanti attività: informazione e formazione sanitaria in materia di primo soccorso, l’assistenza sanitaria in occasione di eventi e pubbliche manifestazioni organizzate dall’amministrazione comunale, la disponibilità per l’assistenza sanitaria sul territorio, quale il trasporto a favore di cittadini in stato di necessità per ricoveri, visite, prestazioni sanitarie, verso strutture sanitarie pubbliche e/o private, la collaborazione in caso di calamità naturali e situazioni di emergenza in cui possa essere necessario collaborare per la sicurezza e la salvaguardia di persone e dell'ambiente, e rafforzare la reciproca collaborazione fra le due istituzioni a favore del territorio e dell'intera collettività, con l'obiettivo primario di promuovere attività finalizzate alla sicurezza e all'inclusione sociale.



134 visualizzazioni0 commenti