Linea ferroviaria tirrenica, nuovi percorsi verso lo Jonio

Entusiasma il nuovo progetto di rete ferroviaria italiana che prevede un futuro collegamento Battipaglia, Praia a Mare, Scalea, Tarsia



PRAIA A MARE – 18 feb. 21 - L'idea progettuale che riguarda la linea ferroviaria tirrenica entusiasma il gruppo dell'Unione delle associazioni della Riviera dei Cedri e del Pollino, movimento di 60 realtà di tutto il territorio coordinato da Ettore Simone Durante. Il gruppo segue da tempo l'evolversi delle vicende legate ai collegamenti ferroviari. Lo ricordiamo, nei mesi scorsi, è stato protagonista dell'importante decisione sulle nuove fermate dei treni ad alta velocità nella stazione ferroviaria di Scalea. Adesso, il rivoluzionario progetto prevede un collegamento fra la stazione di Praia a Mare e Tarsia, il preludio ad un “rivoluzionario” collegamento fra Jonio e Tirreno. A Tarsia, infatti, ci si immetterebbe sulla linea per Sibari-Metaponto-Taranto. Come fa sapere Ettore Simone Durante: “Trattandosi di una linea ad alta velocità, ovviamente, non potranno essere realizzate fermate molto vicine fra loro poiché altrimenti verrebbero meno i benefici sulle tempistiche. Il progetto così concepito però risponde alle varie esigenze economico-sociali in quanto attraverso le fermate si riuscirebbero ad intercettare importanti bacini di utenza”.



Nei giorni scorsi, il 3 febbraio, rete ferroviaria ha presentato alla commissione trasporti della Camera dei Deputati, i prossimi interventi infrastrutturali. Tra questi é inclusa la costruzione di "una nuova linea a standard Alta velocità realizzabile per fasi funzionali" fra Salerno e Reggio Calabria. I lavori sono programmati in maniera tale da minimizzare "gli impatti sul territorio" coerentemente "con gli investimenti in corso e programmati". I lotti prioritari sono tre: Salerno-Battipaglia, Battipaglia-Praia a Mare, che nelle schede viene qualificato come primo lotto, ed il raddoppio della galleria Santomarco fra Paola e Cosenza. Il progetto prevede "una nuova linea, a standard AV/AC, di estensione di circa 127 km che collega Battipaglia ricongiungendosi sulla linea esistente a Praia a Mare". Il progetto completo, fa sapere Durante, prevede però anche una prosecuzione oltre Praia a Mare: all'altezza di Scalea infatti la linea devierebbe verso l'entroterra fino a Tarsia (ove avverrebbe il ricongiungimento con la ferrovia jonica) per proseguire fino a Cosenza. Successivamente la linea tornerebbe di nuovo sul Tirreno all'altezza di Lamezia Terme e proseguirebbe e fino a Reggio Calabria via Gioia Tauro. Nel progetto sono altresì previste ipotesi alternative di tracciato come quella del tunnel nel Pollino. É ovviamente prevista la costruzione di nuove stazioni lungo tutta la rete per favorire l'interconnessione fra le nuove linee e quelle tradizionali. Il risparmio di tempo previsto sarebbe di 45 minuti, ciò vorrebbe dire che se oggi in Frecciargento fra Roma e la Riviera dei Cedri si impegnano 2 ore e 45/50 minuti, un domani i tempi di percorrenza ammonterebbero a circa 2 ore.



1,912 visualizzazioni0 commenti

Post correlati

Mostra tutti
  • Pagina Facebook miocomune
  • miocomune
  • Youtube miocomune
  • Instagram miocomune
  • LinkedIn
telegram.jpg
  • Pagina Facebook miocomune
  • miocomune
  • Youtube miocomune
  • Instagram miocomune
  • LinkedIn
telegram.jpg
Segnalazioni e info
contatto mail: miocomune@gmail.com
Iscriviti alle Newsletter

Copyright © Miocomune. Tutti i diritti riservati. - quotidiano on line (Reg. inf. 01/2012, Trib. Paola)