top of page

"Re nudo”, per gli investigatori, Russo riconducibile al "Sistema Plinius”

Il commento della politica locale: "In dieci anni non c'ha lasciato nulla”


SCALEA – 22 dic. 20 - Il filone di indagini dell'inchiesta della Procura di Paola denominata “Re nudo” come è stato affermato nelle note ufficiali, a margine dell'operazione dei carabinieri di Scalea, trova origine nell'inchiesta Plinius del 12 luglio 2013. E agli atti il collegamento viene riportato più volte. L'obiettivo, probabilmente, è anche quello di voler dimostrare, anche in fase di indagine, che vi possa essere un possibile collegamento fra l'attività politica e quella professionale nell'ambito degli incarichi ricoperti. Si riporta, infatti, agli atti che: “Ulteriore elemento indiziante, in linea con quanto emerso dalle precedenti investigazioni, circa la riconducibilità a Russo della genesi del "cosiddetto sistema Plinius", ovvero della gestione illecita di appalti, concessioni e servizi comunali in accordo tra esponenti della criminalità organizzata, amministratori e funzionari comunali, si rileva dalla conversazione tra presenti captata in data 10 aprile 2017”, tra Gennaro Licursi, all'epoca sindaco di Scalea, e un medico in servizio presso la sede Asp della stessa città e, in precedenza, amministratore comunale.



“Nella circostanza – si legge - Licursi, dopo aver evidenziato i contatti avuti con il presidente della Regione, Mario Oliverio, per rappresentare le problematiche del comune Scalea, sottolinea l'insofferenza di Mario Russo per il buon andamento della sua amministrazione, con evidente riferimento anche al consenso raccolto tra la cittadinanza”. Il medico, ex amministratore, afferma “che nei dieci anni in cui Russo ha ricoperto la carica di sindaco ha lasciato il comune in una situazione disastrosa ("in 10 anni non c'ha

lasciato nulla"), indicandolo – si legge agli atti - come l'ideatore del sistema in cui si è venuto a trovare l'Ente, con evidente riferimento al sistema politico-mafioso che governava il comune emerso dall'operazione Plinius. A conferma della tesi, aggiunge, ricevendo conforto da Licursi, che durante la loro esperienza politica mai un mafioso aveva messo piede in comune ad eccezione di piccoli favori concessi nei limiti in cui venivano concessi a tutte le altre persone”.

Comments


Miocomune whatsapp
  • Pagina Facebook miocomune
  • miocomune
  • Youtube miocomune
  • Instagram miocomune
telegram miocomune

contatto mail: miocomune@gmail.com

Iscriviti ai nostri canali per essere sempre informato
Clicca sulle icone, andrai direttamente ai nostri social

bottom of page