Operazione Katarion sull'alto Tirreno cosentino, i nomi degli indagati

L'operazione Katarion dei carabinieri sulla costa Tirrenica parte dall'incendio di uno stabilimento balneare a Cetraro



CETRARO - 10 mar. 21 - L'attività investigativa ha riguardato l'intera fascia dell'alto Tirreno cosentino sotto il controllo della ben nota cosca Muto. L'operazione è stata portata a termine all'alba di oggi (i particolari)







I NOMI DEGLI INDAGATI

IN CARCERE

Giuseppe Antonuccio, di Cetraro;

Mario Cianni, di Cetraro;

Poldino Cianni, di Cetraro;

Flavio Graziosi, di Cetraro;

Fabrizio Iannelli, di Cetraro;

Giuseppe Mandaliti, di Diamante;

Pasquale Napoli, di Scalea;

Maurizio Tommaselli, di Guardia Piemontese;

Luigi Tundis, di Cetraro;

Gianluca Antonio Vitale, di Siderno.



AI DOMICILIARI

Ciriaco Casella, di Buonvicino;

Giovanni Franco, di Santa Maria del Cedro;

Michele Iannelli, di Cetraro;

Alfonso Scaglione, di Scalea;

Franco Scorza, di Cetraro,

Anna Maria Sollazzo, di Scalea;

Alessio Carmine Tundis, di Cetraro;

Concettina Zicca, di Cetraro.



OBBLIGO DI PRESENTAZIONE:

Salvatore Addino, di Buonvicino,

Giovanni Aita, di Diamante,

Salvatore Amoroso, di Buonvicino;

Carmine Antonuccio, di Cetraro;

Annaelisa Esposito, di Buonvicno;

Roberta Greco, di Santa Maria del Cedro;

Stefano Greco, di Buonvicino;

Luca Impieri, di Belvedere Marittimo;

Rossella Lombardi, di Buonvicino;

Salvatore Orto, di Buonvicino;

Stefania Ricca, di Buonvicino;

Loris Ricco, di Cetraro;

Marcello Ricco, di Cetraro;

Giuseppe Spanò, di Cetraro;

Andrea Valente, di Buonvicino.

17.789 visualizzazioni0 commenti