Bonifati, proteste per l'emergenza idrica

La gestione dell'amministrazione affidata al vice sindaco. Le scuse del consigliere d'opposizione Matteo Viggiano


BONIFATI – 16 ago. 21 - L'emergenza idrica genera problemi, e turisti e residenti sono sul piede di guerra. La problematica si riscontra da giorni nella zona marina di Cittadella del Capo. Oltre alla questione della mancanza dell'acqua potabile, quest'estate c'è anche la problematica della raccolta dei rifiuti che contribuisce a creare tensioni. Chi è proprietario di seconde case, comunque paga il servizio per tutto l'anno e per il periodo di villeggiatura, spesso, si trova a combattere con l'emergenza ormai endemica. I turisti ed i residenti hanno minacciato azioni eclatanti in segno di protesta per una situazione che si trascina ormai da diversi giorni; si dicono pronti a scendere in strada e manifestare pacificamente. Ieri pomeriggio il capogruppo della minoranza Matteo Viggiano è intervenuto con un post sui social sulle disfunzioni e disagi creati ai cittadini.



“Chiedo scusa a Bonifati, ai suoi cittadini ed ai nostri preziosi turisti - scrive capogruppo di minoranza - sono settimane di sofferenza, di riflessione, sono settimane difficili dove il senso di responsabilità e l’esigenza di evidenziare l’inadeguatezza di un’amministrazione disastrosa si alternano alla paura di arrecare un danno d’immagine irreparabile al comune di Bonifati, ma la misura è colma ed il danno incalcolabile. In qualità di capogruppo di opposizione - continua la nota - non posso più tacere, i disservizi sono generalizzati, lo stato di abbandono del territorio comunale è desolante, l’atteggiamento autoreferenziale ed altezzoso dell’amministrazione ha portato ad una vera e propria manifestazione pacifica dei turisti esasperati. Rivolgo un pensiero e la mia solidarietà a tutti gli imprenditori che hanno tenuto duro e speravano in una boccata d’ossigeno derivante dai mesi estivi, ma purtroppo l’inadeguatezza nella gestione della cosa pubblica ha vanificato sforzi e speranze.



Mi auguro - prosegue Viggiano - che il sindaco, provveda immediatamente ad informare il consiglio su quanto sta accadendo, chieda scusa alla cittadinanza e valuti, seriamente, la possibilità di dimettersi, il danno arrecato a Bonifati è incalcolabile e peserà sui nostri cittadini e sui nostri imprenditori, unici, veri, baluardi della salvaguardia della dignità del nostro Comune. Solo un netto cambio di passo potrà dare nuova linfa ad un territorio dilaniato dalla incapacità e dalla mala gestione dell’Ente”. Secondo voci bene informate, il sindaco per ragioni strettamente personali ha ceduto la poltrona al suo vice Valerio Toto. Per gli oppositori la situazione venutasi a creare proprio in un momento così delicato della stagione estiva potrebbe influire sulla durata dell’attuale amministrazione. Dalla maggioranza bocche cucite; nessuna comunicazione ufficiale in merito al disservizio idrico ed all’assenza del primo cittadino in un momento così delicato per il paese. Le uniche comunicazioni riguardano avvisi sull’interruzione dell’erogazione dell’acqua. La marina di Cittadella sta vivendo delle giornate critiche causa la carenza idrica, soprattutto in un periodo afoso come quello attuale, la gente esasperata è molto arrabbiata, qualcuno dell’amministrazione comunale dovrebbe spiegare cosa stà succedendo e cosa stanno facendo per la risoluzione del problema.