top of page

Amantea, intimidazione nel cantiere della galleria di Coreca

Amantea, incendio e violenza verso un operaio: intimidazione nel cantiere della galleria di Coreca


Amantea, incendio e violenza verso un operaio: intimidazione nel cantiere della galleria di Coreca


AMANTEA – 20 dic. 23 - Una notte di violenza e intimidazione ha scosso il cantiere della galleria di Coreca ad Amantea. Tra venerdì e sabato, una vettura della società di vigilanza è stata data alle fiamme, mentre un dipendente della società edile, responsabile della sicurezza, è stato aggredito da ignoti. Secondo quanto ricostruito dagli inquirenti, l'intimidazione si è verificata intorno alle 2.30 della notte di sabato, quando alcune persone si sono introdotte nei pressi del cantiere gestito dalla Idrogeo di San Marco Argentano, che ha l'appalto delle attività di messa in sicurezza della galleria. Gli aggressori hanno appiccato il fuoco all'auto di servizio della vigilanza, una Renault, parcheggiata all'esterno del cancello che recinge l'area dei lavori.

Le fiamme hanno attirato l'attenzione di un addetto della ditta, che si è recato sul posto per verificare la situazione. Tuttavia, una volta sul luogo, è stato violentemente aggredito dai malviventi. Fortunatamente, l'uomo avrebbe riportato solo ferite lievi. L'episodio ha generato l'intervento immediato dei carabinieri della Compagnia di Paola. Secondo quanto raccontato dall'imprenditore responsabile dell'azienda: “tre persone si sono introdotte nel cantiere e hanno dato fuoco all’auto della vigilanza privata. Altre due persone si sono rese conto della presenza sul posto di un operaio e, prendendolo alle spalle di sorpresa, lo hanno buttato a terra e picchiato”.

I militari hanno comunque raccolto i primi elementi per ricostruire l'esatta dinamica di quanto accaduto. Al momento, gli inquirenti non escludono nessuna pista investigativa, anche se il movente dell'intimidazione rimane al centro delle indagini. La Procura della Repubblica ha aperto un fascicolo sull'intera vicenda, delegando i carabinieri a condurre approfondite indagini al fine di fare luce su questo atto e chiarire le motivazioni che si possano celare dietro l'incendio dell'auto e l'aggressione al dipendente.

Secondo quanto si apprende, la stessa ditta aveva subito altri due atti intimidatori negli scorsi mesi. Un mezzo meccanico era stato distrutto da un incendio in un cantiere per la costruzione di un viadotto sulla strada delle Terme di Guardia Piemontese per un danno di 350mila euro e dei colpi di arma da fuoco erano stati esplosi verso una rimessa di attrezzi sita nel comune di Fagnano Castello.

Intanto, il prefetto di Cosenza Vittoria Ciaramella ha convocato un vertice interforze. Si dovrebbe riunire giovedì per effettuare un’analisi della situazione e per l’adozione di ogni misura ritenuta necessaria per garantire la sicurezza nella esecuzione dei lavori della Idrogeo e la incolumità degli imprenditori e dei dipendenti della ditta.


Miocomune whatsapp
  • Pagina Facebook miocomune
  • miocomune
  • Youtube miocomune
  • Instagram miocomune
telegram.jpg

contatto mail: miocomune@gmail.com

Iscriviti ai nostri canali per essere sempre informato
Clicca sulle icone, andrai direttamente ai nostri social

bottom of page