top of page

"Archimede”, l'ex sindaca di San Nicola Arcella, Mele, assolta anche in Appello

Aggiornamento: 5 lug

Operazione Archimede del luglio 2021, l'ex sindaca di San Nicola Arcella, Barbara Mele, assolta anche in appello, assistita dagli avvocati Adamo e Cozzolino


Operazione Archimede del luglio 2021, l'ex sindaca di San Nicola Arcella sssolta anche in appello, assistita dagli avvocati Adamo e Cozzolino

San Nicola Arcella, 4 luglio 2024 - “Sono stati anni terribili, sospesa tra la consapevolezza di aver servito sempre la mia comunità con disciplina e onore e il peso insopportabile che anche uno solo dei miei concittadini potesse essere sfiorato dal dubbio. Oggi che è stata fatta giustizia ritrovo la serenità che avevo perso e che per forza di cose avevo sottratto alla mia famiglia”. E' l'ex sindaca di San Nicola Arcella a reagire con queste considerazioni alla sentenza di assoluzione pronunciata in secondo grado, in riferimento all'indagine del luglio 2021 convenzionalmente denominata “Archimede”. E, secondo l'ex sindaca sarebbero stati questi dubbi ad indurla a non ripresentare la sua candidatura alle scorse elezioni amministrative, nonostante fosse ampiamente favorita per una sua rielezione. “Non fu un atto di egoismo ma, al contrario, un atto di generosità – commenta Barbara Mele, guardando al passato - non avrei potuto dare alla mia comunità tutto ciò che merita in termini di impegno e di cura perché il fardello che ho dovuto sopportare in tutti questi anni non mi avrebbe consentito di farlo con la dovuta intensità e col giusto equilibrio”.

Si è concluso con l’assoluzione dell’ex sindaca del comune di San Nicola Arcella, Barbara Mele, difesa dagli avvocati Vincenzo Adamo e Giorgio Cozzolino, il giudizio davanti alla Corte d’Appello di Catanzaro, presidente Bravin. Barbara Mele, in conseguenza del provvedimento adottato all'epoca venne sottoposta alla misura cautelare dell’obbligo di firma nel luglio del 2021 nell’ambito dell’operazione Archimede, coordinata dalla Procura della Repubblica di Paola e riferita a diversi comuni della costa tirrenica.

La Procura aveva impugnato l’assoluzione di Barbara Mele in sede di giudizio abbreviato,

chiedendo la condanna per tutte le condotte contestate, richiesta ribadita in sede di

discussione dell’appello dal procuratore generale. La Corte d’Appello di Catanzaro, ha invece ribadito l’assoluzione “per non aver commesso il fatto” relativamente all’ipotesi di reato di turbata libertà del procedimento di scelta del contraente, disponendo, fra l'altro, l’assoluzione per tenuità del fatto relativamente all’ipotesi di falsità ideologica commessa dal pubblico ufficiale in atti pubblici. Gli avvocati Vincenzo Adamo e Giorgio Cozzolino hanno espresso soddisfazione evidenziando che si tratta di: “un giudizio che ribadisce come le condotte contestate all’allora sindaco del comune di San Nicola Arcella fossero indirizzate esclusivamente alla difesa dell’interesse collettivo”.

In quella occasione, Barbara Mele, aveva diffuso una nota nella quale con amarezza dichiarava: “Lascio perché mi voglio dedicare interamente ad affermare la mia totale innocenza ed estraneità ai fatti che mi vengono contestati dalla magistratura verso cui ho grande rispetto. Sono certa di poter dimostrare che ogni atto che ho prodotto nella mia lunga ed estenuante esperienza amministrativa è stato incentrato solo ed esclusivamente per rendere un servizio alla comunità rispettando sempre la legge, la trasparenza, la legalità”.

Nelle considerazioni di ieri, invece, l'ex sindaca ha affermato: “non c'è stato giorno in cui San Nicola Arcella non abbia attraversato i miei pensieri, quelli belli, quelli affettuosi, quelli di una comunità che non mi ha fatto mai sentire sola. I miei avvocati, Vincenzo Adamo e Giorgio Cozzolino, che non smetterò mai di ringraziare, hanno fatto il resto: vicinanza, sostegno, continue interlocuzioni, chiarimenti. Sono stata compulsiva come chi sa di non avere nessuna colpa se non quella di amare smisuratamente la propria comunità per la quale ho dato fondo a tutte le energie volitive di cui ero capace. Adesso mi godo la mia famiglia come merita per tutto quanto ha dovuto sopportare a causa del mio stato emotivo”.



San Nicola Arcella, 3 luglio 2024 – Operazione “Archimede” arriva l'assoluzione anche in Appello per l'ex sindaca di San Nicola Arcella, Barbara Mele, difesa dagli avvocati Vincenzo Adamo e Giorgio Cozzolino. Anche il giudizio davanti alla corte d’Appello di Catanzaro (presidente Bravin), si è concluso positivamente per Barbara Mele che, ricordiamo, nell'estate del 2021 venne

sottoposta alla misura cautelare dell’obbligo di firma. L'operazione convenzionalmente denominata Archimede.


La Procura della Repubblica di Paola aveva impugnato l’assoluzione di Barbara Mele, avvenuta inizialmente in sede di giudizio abbreviato. In secondo grado era stata chiesta la condanna per tutte le condotte contestate, ribadita in sede di discussione dell’appello dal procuratore generale.

Di diverso avviso la Corte d’Appello di Catanzaro che ha ribadito l’assoluzione per non

aver commesso il fatto relativamente all’ipotesi di reato di turbata libertà del procedimento di scelta del contraente, disponendo l’assoluzione per tenuità del fatto relativamente all’ipotesi di falsità ideologica commessa dal pubblico ufficiale in atti pubblici.


Gli avvocati Vincenzo Adamo e Giorgio Cozzolino, hanno espresso soddisfazione: “un giudizio che ribadisce come le condotte contestate all’allora sindaco del comune di San Nicola Arcella fossero indirizzate esclusivamente alla difesa dell’interesse collettivo”.

Una vicenda che ha avuto conseguenze sul cammino politico dell’ex sindaco perché a seguito dell’indagine Barbara Mele aveva deciso di non ricandidarsi comunicando, il 2 settembre del 2021, ai propri cittadini tale decisione in una lettera dai toni drammatici.

“Lascio perché mi voglio dedicare interamente ad affermare la mia totale innocenza ed estraneità ai fatti che mi vengono contestati dalla magistratura verso cui ho grande rispetto. Sono certa di poter dimostrare che ogni atto che ho prodotto nella mia lunga ed estenuante esperienza amministrativa è stato incentrato solo ed esclusivamente per rendere un servizio alla comunità rispettando sempre la legge, la trasparenza, la legalità”, aveva scritto fra l'altro.


🔵 segui le notizie sul canale whatsapp di miocomune ➡️ 

Comments


Miocomune whatsapp
  • Pagina Facebook miocomune
  • miocomune
  • Youtube miocomune
  • Instagram miocomune
telegram miocomune

contatto mail: miocomune@gmail.com

Iscriviti ai nostri canali per essere sempre informato
Clicca sulle icone, andrai direttamente ai nostri social

bottom of page