• miocomune.tv

Verbicaro, emergenza cinghiali: il sindaco scrive alle istituzioni

L'impegno del consigliere regionale Mauro D'Acri


VERBICARO – 18 set. 19 - Non tende a diminuire il problema generato dalla presenza, “invadente”, dei cinghiali che ormai, da tempo, non sono più ristretti nei confini delle aree verdi del parco del Pollino, ma sempre più spesso effettuano scorribande nei centri abitati, distruggendo raccolti, giardini. Talvolta sono stati avvistati anche sulla spiaggia. Il sindaco di Verbicaro, Francesco Silvestri, ha raccolto le ultime preoccupazioni degli agricoltori e dei cittadini del centro montano dell'alto Tirreno cosentino che subiscono costantemente danni dal fenomeno della sovrappopolazione degli ungulati. Nei giorni scorsi, il sindaco Silvestri, ha inviato l'ennesima richiesta di intervento al Prefetto, alla Regione Calabria, al presidente del Parco, ai colleghi sindaci. E' necessario, fa sapere il primo cittadino di Verbicaro, che intervengano il Governo, l'esercito, i selettori «perchè la situazione è drammatica ed esplosiva. Vigneti distrutti, campi coltivati inutilizzabili, grave pericolo di malattie infettive, ma anche pericolo per la sicurezza dei cittadini.

I sindaci hanno le mani legate, le regioni debbono attenersi alla legge dell'11 febbraio 1992, n.157. Norme per la protezione della fauna selvatica e per il prelievo venatorio. Non si può andare avanti così! Negli anni passati le richieste dei sindaci sono rimaste inascoltate. Io personalmente ho indetto assemblee con i rappresentanti delle istituzioni calabresi e del territorio. Sono stato dal Prefetto. Siamo stati al ministero in delegazione con il Presidente del Parco del Pollino e il sindaco di San Sosti, purtroppo, ad oggi, poco è stato fatto. Ho proposto un'ordinanza in qualità di sindaco per l'abbattimento dei cinghiali nel territorio di Verbicaro, ma sono stato bloccato dall'allora Prefetto Tomao perché incompatibile con le normative di legge dello Stato».

Sulla questione è intervenuto anche Mauro D'Acri, consigliere regionale con delega all'agricoltura che fa sapere di aver scritto al prefetto sulla problematica dei cinghiali : “ormai, un'emergenza non solo per i danni all'agricoltura, ma di ordine pubblico. Mi adopererò immediatamente – ha confermato - per chiedere un incontro ai prefetti”. Come è noto, gli ungulati vengono spesso avvistati anche nei paesi del litorale. Molti sono stati visti a Scalea, Belvedere Marittimo. Attraversano tranquillamente strade, entrano nelle aree dove ci sono i raccolti e rappresentano pericolo per i cittadini.

0 visualizzazioni
  • Pagina Facebook miocomune
  • miocomune
  • Youtube miocomune
  • Instagram miocomune
  • LinkedIn
Iscriviti alle Newsletter
Segnalazioni e info
contatto mail: miocomune@gmail.com

Copyright © Miocomune. Tutti i diritti riservati. - quotidiano on line (Reg. inf. 01/2012, Trib. Paola)