Trebisacce: al consorzio, operai senza stipendio da mesi

La sollecitazione arriva dal sindacato Filbi Uil, rappresentato da Antonio Bloise


TREBISACCE – 1 feb. 20 - “Sembra non avere mai fine il calvario che devono sopportare i dipendenti del Consorzio di Bonifica dello Ionio Cosentino con sede a Trebisacce, in quanto gli impegni assunti in questi mesi dall’amministrazione e dal presidente Blaiotta vengono puntualmente disattesi”. E' l'intervento di Antonio Bloise segretario territoriale Filbi Uil che ricorda: “le sei mensilità arretrate che ancora devono essere erogate ai lavoratori, che nonostante tutto, con grandi sacrifici personali e con spirito di abnegazione, stanno continuando a prestare la loro opera. Ma l’amministrazione consortile invece di adoperarsi per il reperimento delle risorse necessarie per ripristinare la ordinaria attività dell’Ente mediante il recupero dei crediti vantati ed iscritti nei bilanci, fra i quali si possono annoverare anche quelli derivanti dalla emissioni dei ruoli irrigui e di bonifica e così alleviare le sofferenze patite dai lavoratori, sembra distratta da altre questioni non proprio attinenti all’attività Consortile. Evidentemente le spettanze dei lavoratori non rappresentano più una priorità, né un adempimento scadenzato nell’agenda degli amministratori del Consorzio”. Secondo il segretario territoriale di Filbi/Uil Antonio Bloise: “Dopo 10 anni di speranze e aspettative suscitate dall’avvio della procedura di “riperimetrazione dei Consorzi di Bonifica Calabresi, avvenuta con D.G.R. n.764 del 12.12.2007, e definitivamente sancita con Decreto del Presidente della Giunta Regionale n. 284 del 09.11.2010, che decretava la definitiva soppressione degli esistenti 17 Enti Consortili con la contestuale istituzione degli attuali 11 Consorzi di Bonifica Calabresi, la situazione sembra precipitare sempre di più. Procedimenti giudiziari, atti di pignoramento, gravano inesorabilmente sulle finanze del Consorzio e, per effetto, sui lavoratori che più di tutti pagano le conseguenze di questa situazione. Ci si augura, concludono i responsabili territoriali delle OO.SS., che si provveda da subito a mettere in atto tutte le pratiche di buona amministrazione per scongiurare il precipitare della situazione, affinchè non si verifichi ciò che sta avvenendo presso il Consorzio dello Jonio Catanzarese dove è stata avviata una procedura di licenziamento collettivo a carico di 12 dipendenti. Non è giusto che le inefficienze, la cattiva gestione e gli sprechi finiscano per ritorcersi contro i lavoratori e le loro famiglie”.

61 visualizzazioni
  • Pagina Facebook miocomune
  • miocomune
  • Youtube miocomune
  • Instagram miocomune
  • LinkedIn
Iscriviti alle Newsletter
Segnalazioni e info
contatto mail: miocomune@gmail.com

Copyright © Miocomune. Tutti i diritti riservati. - quotidiano on line (Reg. inf. 01/2012, Trib. Paola)