• miocomune.tv

Tirreno, Coronavirus: le iniziative dei comuni dell'alto Tirreno

Smentite le voci circolate su nuovi casi a Diamante e Santa maria del Cedro

BELVEDERE – 6 mar. 20 - In linea con quanto stabilito dal Governo nazionale, diversi comuni della costa hanno diffuso ordinanze o inviti alla popolazione per rendere maggiormente efficaci le misure previste contro il coronavirus. Innanzitutto, è bene sgombrare il campo da voci incontrollate che si rincorrono in questi giorni e che sono infondate: non ci sono casi di coronavirus nell'alto Tirreno cosentino. I casi ufficiali sono due: quello di Cetraro e quello più recente di Catanzaro.

Ci sono alcuni cittadini che sono sottoposti alla quarantena, ma non hanno alcun sintomo riconducibile al Covid 19. Ogni comune segue le direttive del ministero della Salute. Non c'è motivo di allarmarsi per casi inesistenti. E ieri tramite i social hanno smentito queste voci i sindaci di Santa Maria del Cedro, Ugo Vetere, e l'assessore Pino Pascale da Diamante. E, proprio, dal comune di Diamante parte una iniziativa rivolta ai parroci del territorio comunale, alle organizzazioni di volontariato, alle associazioni. Si terrà questa mattina, dalle ore 10.00, presso l'ufficio del sindaco, un incontro per discutere sull'attivazione delle azioni contenute all'interno delle “Misure operative di protezione civile per la gestione dell'emergenza epidemiologica da Covid-19" che tra l'altro prevedono, per i Comuni, la “pianificazione e organizzazione dei servizi di assistenza a domicilio (per es. generi alimentari, farmaci, pasti preconfezionati, ecc.) eventualmente svolti da personale delle organizzazioni di volontariato opportunamente formato e dotato di Dpi".

A Scalea, con una nota ufficiale del Comune si invitano i cittadini provenienti dal nord a non recarsi negli ambulatori o nella sede dell'Azienda sanitaria e neanche al Comune sono stati diffusi i numeri ai quali chiamare per ricevere informazioni e per segnalare il rientro dal Nord Italia. I numeri sono: 09852837203 oppure 3332257422.

A Santa Maria del Cedro, il sindaco Ugo Vetere, con un avviso pubblico ha rivolto un invito alla popolazione, per: “Sospendere i congressi, le riunioni, i meeting, gli eventi sociali, le manifestazioni e gli spettacoli di qualsiasi natura, inclusi quelli cinematografici e teatrali, mercati settimanali svolti in ogni luogo, sia pubblico che privato, manifestazioni religiose che comportano affollamento di persone tale da non consentire il rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro. Sospendere le attività dei centri sociali per anziani, della biblioteca comunale, del centro di

aggregazione su tutto il territorio comunale, gli eventi e le competizioni sportive di ogni ordine e disciplina, svolti in ogni luogo, sia pubblico che privato”.

A Belvedere Marittimo, il sindaco Cascini ordina: “Alle società sportive, alle scuole di ballo, agli organizzatori, di manifestazioni o eventi che determinano concentrazione di persone in luoghi pubblici i, aperti o chiusi al pubblico, che possano determinare un rischio di tipo sanitario, periodo dal 5 al 15 marzo di attenersi scrupolosamente a quanto previsto dal decreto e di rispettare quanto

previsto nell’allegato n°1, in materia di misure sanitarie”.



0 visualizzazioni
  • Pagina Facebook miocomune
  • miocomune
  • Youtube miocomune
  • Instagram miocomune
  • LinkedIn
Iscriviti alle Newsletter
Segnalazioni e info
contatto mail: miocomune@gmail.com

Copyright © Miocomune. Tutti i diritti riservati. - quotidiano on line (Reg. inf. 01/2012, Trib. Paola)