Senza stipendio: i dipendenti della Mia Srl pronti a scioperare a Diamante

La Fp Cgil con Vincenzo Casciaro ha attivato le procedure


DIAMANTE – 4 gen. 20 - E' necessario attivare lo stato di agitazione, perchè la situazione è ormai insostenibile. A protestare sono i dipendenti della società “Mia Srl”, che a Diamante gestisce il servizio di raccolta dei rifiuti solidi urbani. A prendere carta e penna è il segretario generale della Fp Cgil comprensoriale, Vincenzo Casciaro. Una situazione che richiede una rapida soluzione, altrimenti, i lavoratori sono pronti ad incrociare le braccia. Tre mensilità rappresentano un importante sostegno per i lavoratori e per le famiglie. Casciaro scrive alla società “Mia” multiservizi igiene ambientale, al sindaco Ernesto Magorno, al Prefetto di Cosenza, alla commissione di garanzia per l’attuazione della legge sullo sciopero nei servizi pubblici essenziali. Il rappresentante della Fp Cgil chiede al sindaco Magorno: “Il blocco cautelare dei pagamenti a favore della Ditta Mia Srl e l’avvio della procedura con i poteri sostitutivi”. I lavoratori, rappresentati dal sindacato, accreditano dall'azienda il pagamento delle spettanze retributive relative alla mensilità di giugno, luglio e agosto 2019. Per tale motivo il sindacato proclama lo stato di agitazione con il contestuale avvio delle procedure di raffreddamento per come previsto dalla Legge 146 del 1990 e successive modifiche, relative agli scioperi nei servizi di igiene ambientale e servizi alla collettività.

“Da troppi mesi – scrive Vincenzo Casciaro - i dipendenti della Società Mia sono costretti a registrare reiterati e ripetuti ritardi nell'erogazione dei propri stipendi. Ad oggi, non sono ancora state accreditate le retribuzioni relative alle mensilità di giugno e luglio 2019 e agosto 2019 già maturato, né è dato sapere quali siano i tempi di erogazione delle stesse”. Per tale motivo l'organizzazione sindacale comprensoriale, in nome e per conto dei lavoratori, propri iscritti, dipendenti della Società Mia Srl, utilizzati nel cantiere del Comune di Diamante, comunica la proclamazione dello stato di agitazione dei lavoratori ed attiva le procedure di raffreddamento previste dalla Legge 146 del 1990 e successive modifiche per lo sciopero nei servizi di igiene ambientale e servizi alla collettività.

261 visualizzazioni