Scalea, si è insediato il commissario Massidda, il messaggio ai cittadini

SCALEA – 11 apr. 20 - Lo abbiamo anticipato ieri, ma ora è ufficiale: a Scalea c’è un nuovo commissario prefettizio. Giuseppe Guetta ha rassegnato le dimissioni per motivi familiari. Lo scorso 18 febbraio 2020 era stato disposto lo scioglimento del consiglio comunale con la nomina del commissario straordinario, Giuseppe Guetta. Quest’ultimo doveva “traghettare”, come ha egli stesso affermato, l’amministrazione, dallo scioglimento alle elezioni, che si sarebbero dovute svolgere tra maggio e giugno. Tutto è cambiato.

Il coronavirus ha travolto anche il comune. L’ente si ritrova per l’ennesima volta a dover cambiare “gestione” amministrativa.

Dal 12 luglio 2013, giorno dell’operazione Plinius, non c’è più la possibilità di avere un governo cittadino che

n serenità il futuro della città turistica. Il ministro dell’Interno ha decretato la nomina di Francesco Massidda, originario di Campobasso 62 anni. Come avevamo anticipato, è il nuovo commissario straordinario per la gestione del comune di Scalea e avrà gli stessi poteri conferiti a Giuseppe Guetta. Non c’è alcun dubbio: il nuovo commissario arriva in un momento molto delicato per la città. Perché, oltre all’emergenza coronavirus che rappresenta un eccezionale situazione a livello mondiale, c’è da riorganizzare l’intero centro turistico.

E vero che le prospettive non sembrano essere delle migliori, ma se si dovesse dare il via, come si spera accadrà, ad una nuova stagione balneare, la città dovrà organizzarsi per evitare un catastrofico “flop” che pregiudicherebbe anche i mesi successivi. Si spera che il commissario Massidda si dia subito da fare per garantire alla città un futuro dignitoso. E lo stesso nuovo commissario ha affidato il saluto ad una lettere nella quale scrive: “Giungo fra voi, nominato dal ministro dell’Interno, decreto promulgato dal Presidente della Repubblica, in quella che sarà, quale amministratore, anche la mia comunità per i prossimi tempi, e giungo in uno dei momenti più difficili della nostra storia contemporanea: stiamo fronteggiando, come sappiamo, una prova difficile e dura, ma non possiamo sottrarci finché non l’avremo vinta; per questo dobbiamo restare a casa, rispettare i provvedimenti che il governo nazionale e regionale, per conto nostro, hanno messo in campo per risolvere la situazione”.

Ma il commissario dovrà subito pensare alla distribuzione dei bon us famiglia; dovrà risolvere una serie di problemi, immergendosi subito nella realtà non facile della città. “In questi primi tempi – scrive Massidda - mi dedicherò, con l’aiuto del collega vice commissario e del personale, allo

studio dei problemi, ma anche delle molte positività di Scalea, che so essere luogo di vacanza rinomato, espressione di una comunità forte, viva e orgogliosa delle proprie radici storiche: le porte del Comune, pur nel rispetto delle disposizioni per il coronavirus, resteranno sempre aperte, lo dico anche a nome del collega e dello staff, per garantire continuità di servizi ”.

0 visualizzazioni
  • Pagina Facebook miocomune
  • miocomune
  • Youtube miocomune
  • Instagram miocomune
  • LinkedIn
Iscriviti alle Newsletter
Segnalazioni e info
contatto mail: miocomune@gmail.com

Copyright © Miocomune. Tutti i diritti riservati. - quotidiano on line (Reg. inf. 01/2012, Trib. Paola)