Scalea, sede Inps: c'è la soluzione nei locali del Comune

Riunione con i sindaci dell'alto Tirreno. Il Comune di Diamante si era proposto per fornire i locali


SCALEA – 2 feb. 20 - Come preannunciato, si è svolta venerdì mattina la riunione con la presenza autorevole del direttore regionale dell’Inps Giuseppe Greco che, al termine, ha dettato tempi e modalità per la nuova sede degli uffici Inps che, alla luce delle ultime notizie, potrebbe restare a Scalea.

Partendo dalla fine, c’è da dire che forse la soluzione dei locali Inps è stata trovata all’interno della stessa struttura comunale, quindi anche in una posizione ottimale per l’istituto pensionistico. Riavvolgendo, però, il nastro dell’intera mattinata, non si può non sottolineare che la riunione è stata un po’ burrascosa. Da una parte, lo ha subito dichiarato lo stesso direttore Inps Giuseppe Greco, sarebbe stata tesa “un’imboscata”, termine poi addolcito nel corso dell’incontro. Perchè, il direttore Giuseppe Greco, non era stato informato dello schieramento dei numerosi sindaci, agguerriti, dell’alto Tirreno. Aveva solo informazioni sul sopralluogo alla sede Aterp del palazzo Pallamolla che poi non si è svolto in quanto l’istituto delle case popolari ha dato forfait. E, fra l’altro, a qualcuno è anche scappato il termine “magazzini” di palazzo Pallamolla, che non è piaciuto allo stesso Greco.

Altra tensione, invece, è stata generata sulla presunta “combine” che, in parte Greco ha anche ammesso, fra l’Inps ed il sindaco di Diamante, Ernesto Magorno. Quest’ultimo, senza coinvolgere gli altri colleghi, avrebbe “offerto”, gratuitamente dei locali all’Inps pur di ottenere il “trasferimento” degli uffici. Si è vociferato, ma nessuno ha confermato o smentito, che i locali destinati all’Inps a Diamante potessero essere quellinell’area porto.

Anche quest’ultima situazione è stata interpretata come “un’imboscata”, perchè tutti i sindaci presenti hanno dichiarato di non aver ricevuto alcuna comunicazione, da parte dell’Inps, che facesse riferimento ad una richiesta di locali. Dunque, secondo i presenti, l’accordo con il sindaco Magorno sarebbe stato preventivamente raggiunto. E lo ha ammesso lo stesso direttore Giuseppe Greco all’inizio del suo intervento raggelando la platea, ma fornendo la conferma di una voce che circolava da tempo.

A quel punto, all’unanimità i sindaci presenti hanno posto la condizione di non spostare assolutamente gli uffici da Scalea, altrimenti avrebbero alzato i toni della protesta, indossando le fasce Tricolori. «Per una questione di rispetto verso la popolazione», è stato sottolineato. Perchè i residenti dei centri montani, come Aieta, Orsomarso, Tortora, non fossero ulteriormente penalizzati.

C’è da aggiungere ancora che già da oggi, l’Istituto nazionale di previdenza sociale, per come ha annunciato lo stesso direttore Greco, tenderà a chiudere gli sportelli, utilizzando sempre più spesso i canali telematici. Sarà possibile avere colloqui agli sportelli solo prenotando preventivamente gli incontri.

Era presente anche il sindaco di Orsomarso Antonio De Caprio, ora anche consigliere regionale di maggioranza, che manterrà i contatti nei prossimi giorni, visto che l’amministrazione di Scalea si avvia al commissariamento. Il sindaco di Scalea, Gennaro Licursi, presente all’incontro, ha sottolineato ironicamente: «Ho capito che l’Inps non ha un problema di struttura, ma ha problemi di non voler rinnovare il contratto, perché è alla ricerca di locali a titolo gratuito». Da qui, l’offerta di trovare dei locali interni al comune. Il sindaco di San Nicola Arcella, Barbara Mele, ha affermato di essere in possesso di una relazione tecnica che garantisce l’agibilità dei locali dello stabile dove erano allocati gli uffici. Entro la prossima settimana dovrà essere organizzato un tavolo per sottoscrivere un impegno.

2,383 visualizzazioni
  • Pagina Facebook miocomune
  • miocomune
  • Youtube miocomune
  • Instagram miocomune
  • LinkedIn
telegram.jpg
Segnalazioni e info
contatto mail: miocomune@gmail.com
Iscriviti alle Newsletter

Copyright © Miocomune. Tutti i diritti riservati. - quotidiano on line (Reg. inf. 01/2012, Trib. Paola)