Scalea, niente acqua nelle ore notturne per far riempire i serbatoi

La questione è oggetto di un'ordinanza del commissario Massidda per il problema della carenza d'acqua



SCALEA – 5 lug. 20 - La situazione dell'approvvigionamento idrico della città è oggetto di un'ordinanza del commissario Francesco Massidda. Una problematica che, bisogna precisarlo, era sparita durante l'amministrazione del sindaco Licursi, è tornata, invece, a creare problemi, anche all'immagine stessa della città turistica.


Al momento, la soluzione tecnica individuata dal commissario Massidda nell'ordinanza sembra essere quella di procedere, fino al prossimo 20 agosto, all'osservazione e regimentazione della fornitura idrica che, tradotto in parole povere, significa l'interruzione dalle ore 23.00 fino alle 6.00 del mattino del flusso d'uscita. L'obiettivo, secondo quanto conferma il commissario nell'ordinanza, è quello di garantire il riempimento dei serbatoi e la successiva redistribuzione dell'ordinaria quantità di acqua. Con tale stratagemma si dovrebbe evitare la mancanza d'acqua nel corso della giornata. Anche se già c'è già chi si pone alcune problematiche. Per esempio: i locali notturni, come faranno? Il commissario, nell'ordinanza, precisa che è stato richiesto al gestore un incremento della portata della fornitura idrica, al momento, senza però ottenere risposte. Nell'ordinanza si sottolineano le problematiche sorte, in particolare, a Piano Grande e alla Petrosa, che hanno generato proteste della popolazione. Al momento la soluzione delle ore notturne è quella più praticabile.

0 visualizzazioni
  • Pagina Facebook miocomune
  • miocomune
  • Youtube miocomune
  • Instagram miocomune
  • LinkedIn
Iscriviti alle Newsletter
Segnalazioni e info
contatto mail: miocomune@gmail.com

Copyright © Miocomune. Tutti i diritti riservati. - quotidiano on line (Reg. inf. 01/2012, Trib. Paola)