top of page

Scalea-Mormanno si inaugura il I lotto, con otto anni di ritardo. C'è poco da festeggiare

Scalea-Mormanno, oggi si taglia il nastro del I lotto di un opera che viaggia con ben otto anni di ritardo e che avrebbero potuto costruire per ben 4,2 volte, secondo i tempi indicati


Scalea-Mormanno, oggi si taglia il nastro del I lotto di un opera che viaggia con ben otto anni di ritardo e che avrebbero potuto costruire per ben 4,2 volte, secondo i tempi indicati

SCALEA – 20 nov. 23 - E' prevista questa mattina l’inaugurazione del primo lotto della strada provinciale Scalea-Mormanno, con ben otto anni di ritardo sulla tabella di marcia. L'esempio della burocrazia tartaruga. Più che festeggiare, forse, ci sarebbe da piangere. Sì perchè sul cartellone della Provincia di Cosenza, si “ricorda” l'ultimazione dei lavori, prevista entro il primo giugno 2017. Solo 2333 giorni dopo quella data, sei anni, 4 mesi e 20 giorni, si inaugura il primo lotto. Mentre, sempre su quel cartellone veniva indicata la durata dei lavori per l'intera opera in 546. Questo significa che, se quelle indicazioni fornite avessero rappresentato una felice realtà, che l'opera sarebbe potuta essere stata costruita ben 4,2 volte.



I numeri, dunque, non vanno a favore dell'efficienza e di chi oggi con il sorriso sulla bocca taglierà quel nastro. Sarebbe stato meglio concludere l'opera in 546 giorni, come recita il famoso cartello e poi magari festeggiare insieme a tutti i cittadini che avrebbero potuto utilizzare una nuova bretella verso l'autostrada evitando la strada della “Valle del Noce”, un vero nodo al motore.

Tanto per completare, c'è da ricordare che il progetto esecutivo è stato approvato con delibera di giunta provinciale del 31 dicembre del lontano 2012, undici anni fa, per l'importo complessivo di 10 milioni di euro. Ma il costo dell'opera viene stimato in complessivi 100 milioni di euro. E, si conferma dalla Provincia che il primo lotto, quello con il nastro rosso, ha comportato una spesa di 10 milioni di euro mentre nell'ormai lontano 23 ottobre del 2015, quando è stato registrato il contratto, l'importo per i lavori a base d'asta era stato fissato in 5 milioni e 65mila euro, ai quali andavano aggiunti 151.950 euro di oneri per la sicurezza. Questo significa che i ritardi accumulati, per il primo lotto sono costati ai cittadini esattamente il doppio. La consegna dei lavori del primo lotto era prevista per il 4 dicembre 2015, otto anni fa.



Scalea-Mormanno, oggi si taglia il nastro del I lotto di un opera che viaggia con ben otto anni di ritardo e che avrebbero potuto costruire per ben 4,2 volte, secondo i tempi indicati


721 visualizzazioni

Comments


Miocomune whatsapp
  • Pagina Facebook miocomune
  • miocomune
  • Youtube miocomune
  • Instagram miocomune
telegram miocomune

contatto mail: miocomune@gmail.com

Iscriviti ai nostri canali per essere sempre informato
Clicca sulle icone, andrai direttamente ai nostri social

bottom of page