Scalea, l'associazione "Scalea Europea” sarà presente alle prossime elezioni 2021

La conferma al termine di una riunione di giovedì scorso


SCALEA – 13 ott. 19 - L'associazione Scalea Europea, ispirata dal compianto consigliere comunale Palmiro Manco, ha da tempo avviato un percorso politico sul territorio cittadino. Lo sbocco di tale cammino portava e porta, inevitabilmente, ad un maggior impegno politico. Il gruppo, che si è riunito giovedì sera, non ha dubbi che l'indirizzo è quello di una partecipazione alle prossime elezioni amministrative, quelle del 2021. Le conclusioni dell'incontro sono state affidate al presidente dell'associazione, Giacomo Perrotta. «Ogni giorno – ha detto - noi ci chiediamo cosa possiamo fare per cambiare il paese in cui viviamo, ciascuno di noi avrà, almeno per una volta, fantasticato su come vorrebbe che fosse Scalea. Ecco, questo è il momento giusto per osare. È il momento giusto per mettersi in gioco seriamente, onestamente. Iniziare a costruire un progetto che ci porterà dritto alle prossime elezioni comunali». L'annuncio di Scalea europea è senza veli: l'obiettivo è puntato sulle comunali del 2021. «Scalea Europea – conferma infatti il presidente Perrotta - parteciperà con una propria lista alle elezioni comunali del 2021. Sarà un percorso impegnativo, difficile, ma possibile. Riprendendo quanto ho avuto modo di affermare tempo fa, La Politica è un’arte seria ed assai nobile, se fatta con l’intelligenza di chi sa scinderla dalle manie di protagonismo. Da sempre la politica a Scalea è considerata appannaggio di pochi e sempre gli stessi. Scalea non ha bisogno di imperatori o re, di maghi od illusionisti. Scalea ha bisogno di uno scatto d’orgoglio che sicuramente non può provenire da chi ci ha posto nella condizione di renderlo necessario». Certo, il percorso è complesso. Chi ben conosce la politica locale, sa bene che avviare con largo anticipo un percorso politico verso le elezioni amministrative, conduce a strade irte e piene di difficoltà. Secondo Scalea Europea: «Responsabili della crisi politica a Scalea sono quelli che avrebbero dovuto formare gli amministratori del futuro ed essere un modello da imitare, ma erano e sono impegnati a ritagliarsi il loro solito spazio per paura di perderlo. Questi comportamenti non fanno altro che allontanare sempre di più quella parte della società che da qui a poco si troverà a svolgere un ruolo fondamentale nella vita del paese. Da qui a poco, si assisterà ad incontri finalizzati esclusivamente al reclutamento spicciolo senza alcuno spazio ai programmi, che ovviamente non interessano ai ricercatori di “poltrone”. Prima si contano i voti e poi si discute di programmi, ma l’utilizzo di tale metodo, da parte di chi dice di amare Scalea, ma non sa neanche di cosa Scalea ha bisogno, appare essere fortemente deleterio. Ovviamente il mio pensiero non è rivolto a quei pochi, anzi pochissimi, che pur facendo politica da diversi anni hanno mantenuto e mantengono un’integrità morale che non venderebbero al miglior offerente pur di avere assicurato il loro piccolo spazio passando con estrema facilità da un posto all’altro dell’emiciclo consiliare. Questi pochi “politicamente corretti” avranno sicuramente la serietà e l’umiltà necessarie per abbracciare il progetto unitario. Tutti gli altri, non compresi nel novero dei pochi dotati di lungimiranza politica, hanno già pronta la solita lista di nomi non aspettando altro che reinventare slogan o simboli ma mantenendo saldo il nome all’apice della lista, ovvero il loro. Concludo queste mie riflessioni con una citazione di Pietro Nenni: In politica ci sono sempre due categorie di persone: quelli che la fanno e quelli che ne approfittano».

281 visualizzazioni
  • Pagina Facebook miocomune
  • miocomune
  • Youtube miocomune
  • Instagram miocomune
  • LinkedIn
Segnalazioni e info
contatto mail: miocomune@gmail.com
Iscriviti alle Newsletter

Copyright © Miocomune. Tutti i diritti riservati. - quotidiano on line (Reg. inf. 01/2012, Trib. Paola)