Scalea, il commissario del comune, Massidda, scrive a Trenitalia e Italo per nuove fermate

SCALEA – 2 giu. 20 - Il commissario straordinario del comune di Scalea, Francesco Massidda ha raccolto l'appello delle associazioni, inizialmente 23, ma poi aumentate più del doppio, per chiedere fermate di treni ad alta velocità, almeno nel periodo estivo. Il commissario ha inviato una lettera all'amministratore delegato di Trenitalia, al direttore della divisione passeggeri. “Chi scrive – si legge nella lettera - non intende discutere le scelte dell'azienda circa altre località o comprensori, ma sottoporre ad una conoscenza non acritica circostanze che sembrano militare per una più favorevole considerazione delle richieste formulate dalle associazioni, non ultima delle quali l'elevata probabilità che, in occasione della stagione estiva ormai imminente, molti italiani che non potranno andare all’estero, si orienteranno verso località nazionali, fra cui quelle, anche piuttosto rinomate, di questo comprensorio, cui questa città appartiene. E' tale previsione che corrobora la richiesta avvertita da questa cittadinanza, sicchè chi scrive sottopone all'attenzione di codesta azienda le istanze di che trattasi, per la migliore considerazione possibile, in occasione delle prossime scelte”. Il commissario prefettizio fa notare come, ad oggi, questa città, che, dagli attuali circa 12.000 abitanti, durante il periodo estivo supera abbondantemente non solo i 100, ma anche i 200mila abitanti, così come il comprensorio limitrofo, capace di raggiungere, Scalea compresa, il mezzo milione di presenze, è servita da soli treni Intercity e regionali, mentre il Treno ad alta velocità Frecciargento Bolzano-Sibari è sospeso sempre per emergenza coronavirus”. Stessa comunicazione è stata inviata alla dirigenza di Italo. I sottoscrittori della lettera sottolineano come la decisione di escludere Scalea e quindi la Riviera dei cedri dalle fermate dei treni ad alta velocità “sia svantaggiosa anzitutto per l'azienda, poiché nel periodo estivo in questa zona si registrano oltre 500 000 presenze nel solo mese di agosto, numeri impensabili in nessun’altra località della regione e che ci rendono "la più grande città della Calabria". In questa sede non possiamo elencare i tanti eventi e le numerose bellezze che qui attraggono turisti anche da fuori i confini europei, vorremmo però sottolineare che alcuni di essi sono diventati i simboli della Calabria nel mondo. Lo scalo ferroviario principale del comprensorio, quello di Scalea-S. Domenica Talao, riesce a servire

in maniera ottimale sia i comuni della costa che quelli montani in virtù della centralità tra le località

costiere e quelle montane, è situata in una posizione strategica perché a metà strada tra le stazioni di

Paola e di Sapri dove effettuare un cambio treno risulta particolarmente difficile, in alcuni casi

impossibile”.

LA LETTERA DI RICHIESTA DELLE ASSOCIAZIONI (LEGGI)


1,453 visualizzazioni
  • Pagina Facebook miocomune
  • miocomune
  • Youtube miocomune
  • Instagram miocomune
  • LinkedIn
Iscriviti alle Newsletter
Segnalazioni e info
contatto mail: miocomune@gmail.com

Copyright © Miocomune. Tutti i diritti riservati. - quotidiano on line (Reg. inf. 01/2012, Trib. Paola)