• miocomune.tv

Scalea, gli ultimi atti della Giunta dell'amministrazione Licursi

Caserma dei carabinieri, scuole, mareggiate gli argomenti trattati


SCALEA – 15 gen. 20 - La Giunta comunale, assente il sindaco dimissionario Gennaro Licursi e diretta, quindi, dal sindaco facente funzioni Gaetano Zuccarello, ha compiuto una serie di atti, prima della consegna del comune nelle mani di un commissario che dovrebbe essere nominato in queste ore. Si tratta di questioni importanti per il territorio avviate nei mesi scorsi come, per esempio, la realizzazione degli alloggi della caserma dei carabinieri nel terreno dell'ex tribunale; la richiesta alla Regione Calabria e al Governo di deliberare per lo stato di calamità naturale; il progetto definitivo per l'adeguamento sismico della scuola “Caloprese”; ed anche il patrocinio del Comune alla squadra Terùn di Scalea che, come è noto, organizza l'evento di cicloturismo. L'esecutivo ha quindi individuato alcune questioni urgenti che il commissario dovrebbe portare avanti nei prossimi mesi e, subito dopo la prossima tornata elettorale, la nuova amministrazione della città. La Giunta ha deliberato per il progetto che riguarda il cambio di destinazione d’uso e l'adeguamento sismico dei locali comunali dismessi, ex sede distaccata dal Tribunale di Paola, a nuova sede della Compagnia dei carabinieri di Scalea. La normativa prevede un contributo agli enti locali per la spesa di progettazione definitiva ed esecutiva, relativa ad interventi di messa in sicurezza del territorio a rischio idrogeologico, di messa in sicurezza ed efficientamento energetico delle scuole, degli edifici pubblici e del patrimonio degli enti locali, nonché per investimenti di messa in sicurezza di strade.

La spesa complessiva presunta dei lavori ammonta a 1.030.000 euro e, quindi, il progetto sarà inserito nella previsione di costo indicata dal piano triennale delle opere pubbliche. I lavori, non possono essere ulteriormente scomposti in lotti di affidamento in quanto costituenti un lotto funzionale unitario non frazionabile o ulteriormente suddivisibile senza compromettere l'efficacia complessiva dell’opera o del lavoro da attuare (impossibilità oggettiva). La Giunta ha quindi approvato il progetto di fattibilità tecnica ed economica dei lavori per il completamento della adduzione, della rete idrica di distribuzione e della rete scolante delle acque bianche.

Per quanto riguarda la mareggiata, è stata deliberata la richiesta dello stato di calamità naturale. Il riferimento è alle mareggiate del mese di dicembre, con onde altissime che hanno causato ingenti danni a strutture pubbliche e soprattutto ai privati. Molti lidi e stabilimenti balneari sono stati fortemente danneggiati ed anche il Comune è dovuto intervenire per liberare le foci dei canali da sabbia e detriti trasportati dalle onde. Da qui, la richiesta alla Regione Calabria ed al Governo dello stato di Calamità naturale. Le altre delibere riguardano l'adeguamento sismico e messa in sicurezza ai fini dell'agibilità della scuola secondaria di primo grado presso l'istituto comprensivo “Caloprese” e, quindi, l'approvazione del progetto definitivo. Stessa situazione per l'istituto comprensivo di via Fazio degli Uberti. L'adeguamento sismico degli edifici scolastici, si ricorda, costituisce un obiettivo prioritario per l'Amministrazione regionale e per la definizione del Progetto

strategico “Scuola sicura”.

0 visualizzazioni
  • Pagina Facebook miocomune
  • miocomune
  • Youtube miocomune
  • Instagram miocomune
  • LinkedIn
Iscriviti alle Newsletter
Segnalazioni e info
contatto mail: miocomune@gmail.com

Copyright © Miocomune. Tutti i diritti riservati. - quotidiano on line (Reg. inf. 01/2012, Trib. Paola)