Scalea Europea ha incontrato il commissario prefettizio. Discussi i temi del momento

SCALEA – 2 mag. 20 - Mercoledì, una delegazione dell’associazione Scalea Europea ha incontrato il commissario prefettizio di Scalea, Francesco Massidda. Si è discusso in maniera cordiale delle emergenze contingenti che riguardano le azioni a tutela della salute pubbliche in merito alla diffusione del Covid-19 e alla cosiddetta fase 2. “Scalea Europea – si legge in una nota - ha ribadito le proposte già presentate all’attenzione del commissario Guetta e precisamente quella relativa alla sanificazione delle strade e degli edifici pubblici, all’intensificazione dei controlli sugli arrivi in città previsti a partire dal prossimo 4 maggio, e, in maniera particolare la proposta relativa alla campagna di screening Covid-19 mediante acquisto e somministrazione gratuita di test rapidi del sangue. Si tratta di indicazioni che hanno trovato pieno favore del commissario, il quale, dal canto suo, rimane costantemente in contatto con il governo regionale e con quello nazionale per seguire i protocolli che saranno indicati.Resta chiara la prescrizione che Scalea Europea intende far propria relativamente alla cosiddetta fase 2: si tratta di un periodo che dovrà accompagnarci ad una normalizzazione che però non potrà essere istantanea e che, proprio per questo impone un grande senso di responsabilità personale a ciascuno di noi”. Scalea europea fa sapere di aver “ricevuto in ogni caso rassicurazioni dal commissario circa l’intenzione di andare verso soluzioni che possano garantire, soprattutto per queste ultime, da un lato la tutela della salute pubblica, dall’altra la possibilità di offrire con serenità i servizi turistici ferma restando la richiesta da parte di Scalea Europea di gestire con particolare attenzione le spiagge libere”. Dialogo anche sulla situazione finanziaria dell'ente: il comune si opporrà alla dichiarazione di dissesto indicata dalla Corte dei Conti e che, come già annunciato dal Governo, si stanno valutando ipotesi per agevolare il pagamento dei tributi. “Abbiamo invitato il commissario – si legge ancora - a vigilare, con la collaborazione degli amministratori di condominio, sugli arrivi presso le seconde case e da parte nostra abbiamo confermato la piena e totale disponibilità a qualsiasi tipo di supporto potesse rendersi necessario”.

637 visualizzazioni
  • Pagina Facebook miocomune
  • miocomune
  • Youtube miocomune
  • Instagram miocomune
  • LinkedIn
telegram.jpg
Segnalazioni e info
contatto mail: miocomune@gmail.com
Iscriviti alle Newsletter

Copyright © Miocomune. Tutti i diritti riservati. - quotidiano on line (Reg. inf. 01/2012, Trib. Paola)