• miocomune.tv

Scalea, controlli anti droga dei carabinieri: due arresti

Aggiornato il: 26 nov 2019

Marijuana e cocaina recuperate grazie al fiuto del cane Manco. Il giudice del tribunale di Paola ha già convalidato i fermi


SCALEA - 25 nov. 19 - Cocaina e marijuana nelle abitazioni di un uomo, già noto alle forze dell'ordine, e di un altro giovane incensurato. Nel corso dell'udienza, per rito direttissimo, presso il Tribunale di

Paola, svoltasi ieri, gli arresti sono stati convalidati e sono stati disposti gli arresti domiciliari per Andrea Ricci, 35 anni, di Scalea; per il giovane fino a qualche giorno fa incensurato, Dario Martini 36 anni, è stata decisa la remissione in libertà, senza l'adozione di alcun provvedimento restrittivo.Al ritrovamento della droga, i carabinieri della Compagnia di Scalea, sono giunti anche grazie alla presenza del cane Manco, giovane cucciolo di pastore belga che si è già distinto per un fiuto eccezionale. E' stato proprio il cane, infatti, nell'abitazione di Martini, a segnalare la presenza dello stupefacente in un borsello adagiato sul divano. I fatti risalgono alle ore 18.35 circa di sabato scorso. I militari del locale Nucleo operativo e radiomobile e della Stazione Carabinieri di Scalea, coordinati dal capitano Andrea Massari, comandante della locale Compagnia, al termine di un’accurata attività investigativa, hanno fatto accesso all'interno dell'abitazione dell'incensurato 36enne, originario di Verbicaro, ma dimorante a Scalea. Il cucciolo di pastore belga, ha immediatamente segnalato al suo conduttore un borsello a tracolla lasciato sul divano. L'indicazione del cane antidroga si è dimostrata fondata. Infatti i carabinieri di Scalea una volta aperto il borsello hanno rinvenuto, all'interno, un involucro di cellophane contenente 33,5 grammi di marijuana. In ragione di quanto emerso, i militari hanno approfondito il controllo dell'abitazione perquisendo ogni angolo della casa. L'attività dei carabinieri ha consentito di rinvenire altri 15 grammi di marijuana occultati in un barattolo in vetro e due piantine della stessa sostanza stupefacente, posizionate sul balcone della camera da letto, dell'altezza di 28 e 35 centimetri. I carabinieri della locale Compagnia si sono poi spostati in un’altra abitazione di Scalea. Anche qui, i militari, sempre coadiuvati dall'unità cinofila di Vibo Valentia, hanno rinvenuto altra sostanza stupefacente ed hanno tratto in arresto un 35enne, già noto alle forze dell'ordine, Andrea Ricci. Anche in questa circostanza, confermano i militari, determinanti sono stati l’attività informativa dei carabinieri e il fiuto del cane Manco che, una volta entrato all'interno dell'abitazione dell’arrestato, ha segnalato al suo conduttore diversi punti della casa, luoghi in cui i militari hanno poi rinvenuto la sostanza stupefacente. In particolare, sono stati sequestrati 60 grammi di cocaina, 275 grammi di marijuana, 3 bilancini di precisione e la somma contante di 410 euro in banconote da piccolo taglio. Informata la Procura della Repubblica di Paola, i due scaleoti sono stati dichiarati in stato di arresto. Proseguono senza sosta i servizi dalla compagnia carabinieri di Scalea sul fronte del contrasto allo spaccio ed al consumo di droga nel territorio dell'alto Tirreno cosentino. Nella giornata di sabato scorso, nel comune di Scalea, il locale comando compagnia ha impiegato un nutrito dispositivo di militari e mezzi, coadiuvati dalle unità cinofile di Vibo Valentia, in un servizio a largo raggio su tutto il territorio scaleoto. Le numerose perquisizioni personali e domiciliari hanno consentito il sequestro di diversi quantitativi di droga e gli arresti dei due indagati.

0 visualizzazioni
  • Pagina Facebook miocomune
  • miocomune
  • Youtube miocomune
  • Instagram miocomune
  • LinkedIn
Iscriviti alle Newsletter
Segnalazioni e info
contatto mail: miocomune@gmail.com

Copyright © Miocomune. Tutti i diritti riservati. - quotidiano on line (Reg. inf. 01/2012, Trib. Paola)