Scalea, Centro operativo comunale in stand by: l'associazione Prociv sollecita iniziative

SCALEA – 22 apr. 20 - Il centro operativo comunale sembra essere in stand-by. E' una situazione determinata probabilmente dalla fase di cambiamento alla guida dell'amministrazione comunale di Scalea, in un momento particolarmente delicato. Era stato il commissario precedente ad attivare il centro operativo comunale, ma, a quanto pare, la questione è rimasta solo sulla carta, perché dopo le dimissioni di Giuseppe Guetta e l'insediamento del nuovo commissario,nulla più si è saputo. Il centro operativo avrebbe dovuto gestire l’evolversi della situazione, attraverso un costante monitoraggio, una razionale e opportuna distribuzione delle risorse umane sul territorio e una pianificata gestione delle strutture e dei mezzi disponibili”. Il tavolo tecnico con i relativi nomi resta solo sulla carta in una delibera comunale su cui abbiamo già riferito diverso tempo fa. Quindi, al momento, non c'è stato alcun intervento. Eppure, se non si è adesso in fase di emergenza, quando dovrebbe essere attivato il famoso “Coc”.

Alcune associazioni del territorio come la Caritas, la Croce Rossa, Skalea Solidale ed altre si muovono forma autonoma per sopperire alle mancanze che derivano “da una disorganizzazione che ormai sembra essersi cronicizzata”. I volontari dell'associazione di protezione civile si chiedono: “i cittadini che ammirevolmente vorrebbero dare un contributo non sanno a chi rivolgersi e tutto rimane sospeso nella speranza che i chilometri che ci separano da un probabile contagio non si accorcino portandolo fino a noi. Perché, a quel punto, chi gestirebbe davvero l'emergenza?”. L'associazione di Protezione Civile di Scalea da settimane, ormai, con diverse istanze, e purtroppo senza aver ancora ricevuto risposta, chiede una immediata riattivazione del Centro operativo comunale al fine di poter effettivamente creare una rete gestionale dell'emergenza che abbia una concreta funzione, coinvolgendo tutte le associazioni di volontariato presenti sul territorio. “Mentre in tutti gli altri paesi normali – si legge nella nota - la macchina dei soccorsi dell'emergenza Covid-19 è affiancata da volontari della Protezione civile e volontari e cittadini, che prestano quotidianamente la loro opera sul territorio con grande impegno, dedizione, spirito di sacrificio e grande umanità a supporto della comunità, per aiutare nella gestione delle diverse esigenze e necessità che si sono presentate in questa situazione emergenziale relativa all’epidemia da Coronavirus, a Scalea, purtroppo, il volontariato non è stato preso in considerazione, poichè, nell'attivazione del Coc chi gestisce la funzione del volontariato, sembra essersi dimenticato che oltre ad esser presenti sul territorio comunale diverse associazioni, è sopratutto presente l'associazione Prociv Scalea, che ha come finalità quella di prestare il proprio contributo umano e tecnico a mezzo dei propri associati nell'attività della Protezione civile e sanità, nella previsione, prevenzione e soccorso in materia di una calamità, inquadrata con il n. 39 nell'albo regionale delle associazioni di volontariato della Protezione civile Regione Calabria con specializzazione primaria in logistica e soccorso in genere”. Il Centro operativo comunale avrebbe già avuto il compito, da tempo, di informare la popolazione su quale sia la situazione e in che modo viene gestita l'emergenza nel comune, “ricordandosi che purtroppo non tutte le persone hanno la possibilità di navigare sul sito comunale ove purtroppo non si riesce a comprendere nulla. Una corretta gestione dell'emergenza va affrontata "collaborando", svolgendo tutto alla norma, ricordando che la funzione del volontariato nell'emergenza è fondamentale – si legge - soprattutto

alla pianificazione e organizzazione dei servizi assistenziali di prima necessità, attualmente allo sbando”. L'associazione Prociv Scalea è comunque pronta, seppur in attesa di esser chiamata in causa, per poter collaborare nella gestione dell'emergenza. Un appello che continua a restare inascoltato.

636 visualizzazioni
  • Pagina Facebook miocomune
  • miocomune
  • Youtube miocomune
  • Instagram miocomune
  • LinkedIn
Iscriviti alle Newsletter
Segnalazioni e info
contatto mail: miocomune@gmail.com

Copyright © Miocomune. Tutti i diritti riservati. - quotidiano on line (Reg. inf. 01/2012, Trib. Paola)