Santa Maria del Cedro, il "caso” della salma portata a casa: la versione dell'Agenzia funebre

SANTA MARIA DEL CEDRO – 23 apr. 20 - Il “caso” della salma portata nell'abitazione dal servizio funebre, sul quale è stata avviata anche una indagine della Guardia di finanza fa registrare l'intervento dell'agenzia funebre, con sede a Verbicaro, che si è occupata del trasferimento dell'uomo dall'ospedale in Basilicata fino all'abitazione e poi al cimitero. Come è noto, sul servizio funebre, in questo periodo particolare di emergenza da Covid 19, sono in atto regole stringenti contenute in un decreto del ministero della Salute. Il servizio funebre conferma che quanto accaduto è stato oggetto di indagine da parte delle forze dell'ordine. “Intervenute sul posto – scrivono dall'agenzia – hanno preso atto che la salma era all'interno del carro funebre, nell'area antistante l'abitazione. Si sono accertati che sulla cassa vi fosse stato apposto il sigillo in cera lacca, come da normativa di legge, per impedire qualsiasi apertura”. Dall'agenzia funebre precisano anche che: “Non vi era alcun assembramento da parte dei familiari e da parte del personale della ditta. La ditta, preso atto del nuovo regolamento – spiegano – una volta giunta in altra regione, è stata impossibilitata, dai tempi, per correggere e affiggere i nuovi manifesti”. La salma è stata portata nei pressi dell'abitazione, spiegano: “vista la richiesta di un familiare alla ditta di poter transitare dall'abitazione di residenza e per poi essere trasportata direttamente al cimitero di Santa Maria del Cedro”.

1,954 visualizzazioni0 commenti
  • Pagina Facebook miocomune
  • miocomune
  • Youtube miocomune
  • Instagram miocomune
  • LinkedIn
telegram.jpg
  • Pagina Facebook miocomune
  • miocomune
  • Youtube miocomune
  • Instagram miocomune
  • LinkedIn
telegram.jpg
Segnalazioni e info
contatto mail: miocomune@gmail.com
Iscriviti alle Newsletter

Copyright © Miocomune. Tutti i diritti riservati. - quotidiano on line (Reg. inf. 01/2012, Trib. Paola)