Santa Maria del Cedro, coronavirus, caso positivo: l'intervento del sindaco Vetere - VIDEO

Aggiornato il: mar 25

SANTA MARIA DEL CEDRO – 21 mar. 20 - Il “caso” del medico dell'ospedale di Cetraro, risultato positivo al tampone, ma già in quarantena volontaria da alcuni giorni ha generato una reazione del sindaco di Santa Maria del Cedro, Ugo Vetere. Le “voci di paese”, diffuse sui social, già dalla serata di giovedì, hanno generato una sorta di “caccia alle streghe” e c'è chi addirittura è arrivato a pubblicare la foto ed anche il curriculum del medico che è risultato positivo al tampone. Un professionista che ha continuato a fare il suo dovere per servire l'intera comunità e che, consapevole, della delicatezza del momento, addirittura da alcuni giorni si era isolato anche dal resto dei familiari. Il sindaco di Santa Maria del Cedro, che ha emesso anche un'ordinanza restrittiva, nella mattinata di ieri, alla quale si sono aggiunte le ulteriori decisioni a livello nazionale e regionale, si è soffermato lungamente sul medico che ha contratto il virus «Per garantire ai cittadini quella tutela che solo un medico può dare. Essendo stato contattato dallo stesso professionista, quale autorità massima di sanità, posso dire con certezza che il medico, avuti i primi sintomi, si era messo in quarantena da oltre dieci giorni ed era in attesa di attivare le procedure previste per effettuare gli accertamenti». Il professionista, come ha confermato Vetere, proprietario di un immobile su più piani, appena ha avvertito i primi sintomi non ha più avuto contatti con il resto della famiglia, attualmente in quarantena, e che non presenta alcuna problematica. Il sindaco Vetere ha poi confermato: «Posso affermare con certezza, dopo aver sentito le varie autorità, che non esiste alcun pericolo per altri cittadini. Il professionista e la moglie, seppur risiedono a Santa Maria del Cedro vivono nella comunità non svolgendo attività di socializzazione perchè impegnati per lavoro in altri comuni». Il sindaco, poi, ha bacchettato chi ha utilizzato termini poco appropriati nel commentare la vicenda riferita: «A medici che in tutto il mondo – ha detto Vetere – sono ringraziati come eroi nazionali, per qualche ignorante di paese giovedì sono stati “identificati” come portatori di chissà quale disgrazia». Nella serata di ieri, il sindaco Ugo Vetere ha emesso più di venti ordinanze, in ossequio alla normativa vigente, per la quarantena obbligatoria di cittadini giunti da altre regioni. Ieri mattina è stata emessa una nuova ordinanza indirizzata soprattutto a «quella piccola parte che non comprende la gravità del momento. Vi è anche una piccola parte che antepone gli interessi di natura economica, del sollazzo e dell'intrattenimento alla vita degli altri». Nell'atto del sindaco ci sono nuove prescrizioni che vanno anche ad aggiungersi e ad integrarsi alle ultime norme a livello regionale e comunale. Verranno effettuati ulteriori accertamenti nei parchi estivi della zona marina per accertare la regolarità delle presenze e accertare se chi è presente nelle abitazioni ha titolo per restarci. L'ordinanza del sindaco Vetere, rafforzata da quelle successive regionali e nazionali, fa anche riferimento alle “attività sportive” che adesso sono praticamente vietate, se non in casi eccezionali dovuti a motivi di salute.

IL VIDEO DEL SINDACO UGO VETERE


3,971 visualizzazioni
  • Pagina Facebook miocomune
  • miocomune
  • Youtube miocomune
  • Instagram miocomune
  • LinkedIn
Iscriviti alle Newsletter
Segnalazioni e info
contatto mail: miocomune@gmail.com

Copyright © Miocomune. Tutti i diritti riservati. - quotidiano on line (Reg. inf. 01/2012, Trib. Paola)