Santa Domenica Talao, riequilibri di bilancio: l'opposizione attacca

Il documento consegnato in Consiglio Comunale da "LiberaMente” #santadomenicatalao


Santa Domenica Talao, comune

SANTA DOMENICA TALAO – 27 ago. 19 - Prosegue nel segno della polemica l'attività politica dell'opposizione consiliare a Santa Domenica Talao. Il consiglio comunale di ieri era molto atteso per la questione dei riequilibri di bilancio. Un cavallo di battaglia dell'opposizione. Una discussione avvenuta in ritardo, tant'è che il Prefetto di Cosenza aveva anche intimato l'amministrazione a convocare la seduta. “Intervenire a questo consiglio comunale, per noi presenti – scrive il gruppo consiliare Liberamente - non è affatto semplice in quanto ci si arriva dopo appena 90 giorni dalle elezioni amministrative.

E quale gruppo di opposizione ci aspettavamo uno scenario francamente molto diverso. Ed invece, anziché approvare i Riequilibri di Bilancio (sui quali ci è arrivata addosso la diffida del Prefetto perché non approvati entro il 31 luglio) ci viene proposto di approvare un ricorso ad un Piano di Riequilibrio. La domanda che ci sorge spontanea è perché si arriva oggi ad approvare un ricorso ad un Piano di Riequilibrio? Perché in tutti questi anni di amministrazione Lucchesi, la Giunta, ha sempre procrastinato una seria e attenta gestione dei bilanci comunali fino ad arrivare ad aprire una voragine nei conti pubblici, tanto da richiedere un intervento così incisivo come quello che si appresta a varare in questo Consiglio? La ragione è semplice – risponde l'opposizione - perché noi di LiberMente abbiamo voluto vedere bene i conti di Bilancio ed, una volta richiesto l’elenco delle fatture non pagate dal 2014 al 2019, (l’elenco delle fatture non pagate dal 2014 al 2015 non ci è ancora pervenuto tra l’altro) la maggioranza è andata in tilt. Quella palla impazzita di mal governo, incapacità, ignoranza amministrativa e politica, condita da una overdose di menefreghismo (alludiamo ai vecchi amministratori e non ai nuovi eletti ovviamente) ha spento i giochi di potere e gli interessi”. Il gruppo di opposizione ha confermato il voto negativo sul punto: “discusso – si legge nella nota posta agli atti - nelle vostre segrete stanze e che non avete voluto condividere con noi di LiberaMente in Consiglio, ma soprattutto che non avete voluto condividere con i cittadini di Santa Domenica Talao”. Il gruppo di opposizione prosegue: “Arriviamo a questo consiglio dopo che noi di LiberaMente, richieste alcune informazioni, ci siamo subito resi conto che i conti del Bilancio preventivo e consuntivo non quadravano e non potevano più quadrare sui riequilibri, pena l’assunzione di gravissime responsabilità che si dovevano assumere, in primis, i funzionari e il Revisore dei Conti, quest’ultimo già troppo magnanimo fino al nostro arrivo. Se c’è una Opposizione che controlla tanto meglio per tutti allora. Si cambia registro e si fa pulizia”.

IL DOCUMENTO INTEGRALE DELL'OPPOSIZIONE

Intervenire a questo Consiglio Comunale, per noi presenti, non è affatto semplice in quanto ci si arriva dopo appena 90 giorni dalle elezioni amministrative. E quale gruppo di opposizione ci aspettavamo uno scenario francamente molto diverso. Ed invece, anziché approvare i Riequilibri di Bilancio (sui quali ci è arrivata addosso la diffida del Prefetto perché non approvati entro il 31 luglio) ci viene proposto di approvare un Ricorso ad un Piano di Riequilibrio. La domanda che ci sorge spontanea è perché si arriva oggi ad approvare un Ricorso ad un Piano di Riequilibrio? Perché in tutti questi anni di amministrazione Lucchesi la Giunta ha sempre procrastinato una seria e attenta gestione dei bilanci comunali fino ad arrivare ad aprire una voragine nei conti pubblici, tanto da richiedere un intervento così incisivo come quello che si appresta a varare in questo Consiglio? La ragione è semplice: perché noi di LiberMente abbiamo voluto vedere bene i Conti di Bilancio ed, una volta richiesto l’elenco delle fatture non pagate dal 2014 al 2019, (l’elenco delle fatture non pagate dal 2014 al 2015 non ci è ancora pervenuto tra l’altro) la Maggioranza è andata in Tilt. Quella palla impazzita di mal governo, incapacità, ignoranza amministrativa e politica, condita da una overdose di menefreghismo (alludiamo ai vecchi amministratori e non ai nuovi eletti ovviamente) ha spento i giochi di potere e gli interessi.

Big Ben ha detto Stop!Bisogna fare pulizia sui Conti Pubblici del nostro Comune. E se si farà pulizia è stato merito nostro perchè Noi, al contrario di molti di Voi, facciamo politica in maniera disinteressata, per passione, con impegno e serietà volgendo lo sguardo, non verso i personalismi ed agli interessi dei pochi o ai “particulari” degli amici elettori, ma verso i cittadini tutti. Noi pensiamo davvero al“Bene Comune dei Santadomenicani”. Uno scandalo ed una vergogna! Uno scandalo ed una vergogna perché, sebbene Noi di LiberaMente, abbiamo chiesto in campagna elettorale di parlare della “salute” del Bilancio Comunale, Voialtri avete invece parlato, solo ed unicamente di pettegolezzi, di lettere anonime e di pochi spiccioli avuti e che forse non riuscirete ormai più neanche ad utilizzare. Una Maggioranza codarda e bugiarda! Codarda, dove la viltà l’ha fatta da padrona! Una Maggioranza ed un Sindaco che per potersi ricandidare ed intascare le laute indennità o stipendi (senza fare nulla di veramente utile per il paese) si sono guardati bene dal dire come realmente stavano i Conti di Bilancio, ovvero, di un Bilancio dissestato e di un paese dissestato. L’incapacità di governare la nostra Santa Domenica Talao a tanto ha portato! Ha condotto ad un “dissesto” che dovrà essere pagato con lacrime e sangue dei Santadomenicani che invece di ricevere, in questi lunghi anni di Amministrazione Lucchesi, attenzioni ed atteggiamenti di responsabilità, segnali di preoccupazioni, atteggiamenti di parsimonia, inviti ad essere puntuali nei pagamenti di imposte e tributi, richieste di aiuto in vista del loro e del nostro stesso stare bene e soprattutto facendo pagare le tasse a chi non le paga, ha ricevuto pacche sulle spalle accompagnate dal classico “…cumpà non ti preoccupà”. Il compare, ignorante ma in buona fede, non si è preoccupato, lo ha ascoltato, lo ha votato ma ora le conseguenze le paghiamo tutti noi. E le pagheranno i soliti Cittadini onesti che le tasse le hanno sempre pagate e continueranno sempre a pagarle. Vergogna!! Dovete vergognarvi perché in tutti questi anni solo questo avete fatto. Avete preso in giro una Comunità intera per avere solo un titolo da ostentare o interessi di miserabili “orticelli” da coltivare. Uno scandalo perché se arriviamo oggi ad approvare un Ricorso ad un Piano di Riequilibrio significa che questa Maggioranza ha governato malissimo ed addirittura in perfetta malefade celando la verità e le difficoltà di un paese e di una comunità che andava informata bene e per tempo. Un malato ha il diritto di conoscere il suo male ed ha il diritto ad essere aiutato in vista della guarigione. Una persona onesta ed un politico onesto questo era tenuto a fare: informare il paese delle difficoltà in cui versava e non far finta di nulla; nascondere la polvere sotto il tappeto temporeggiare per comporre solamente liste di consenso e non di responsabilità per incassare gli stipendi a fine mese. I debiti che il Sindaco porta in dote, oltre oramai alla conclamata incapacità di governare, sono il frutto di un’assoluta non curanza verso la Cosa Pubblica, in luogo di un interesse spicciolo verso le piccole cose magari anche frutto di interessi personali. Arriviamo a questo Consiglio dopo che noi di LiberaMente, richieste alcune informazioni, ci siamo subito resi conto che i Conti del Bilancio Preventivo e Consuntivo non quadravano e non potevano più quadrare sui Riequilibri, pena l’assunzione di gravissime responsabilità che si dovevano assumere, in primis, i funzionari e il Revisore dei Conti, quest’ultimo già troppo magnanimo fino al nostro arrivo. Se c’è una Opposizione che controlla tanto meglio per tutti allora. Si cambia registro e si fa pulizia. Ripetiamo:Big Ben ha detto Stop!Ai funzionari e dirigenti comunali - bistrattati e sparlati alle spalle dal solito ingeneroso doppia lingua che tenta ora di addossare loro la colpa di questa enorme massa di debiti - diciamo che a loro va la nostra parziale solidarietà. Ci spieghiamo meglio: il pesce puzza dalla testa e se la testa è incapace di pensare e partorire azioni virtuose per i cittadini il resto del corpo si adagia malamente a questo stato di fatto. Insomma un dipendente pubblico non lavora mai per far cadere un Sindaco e cerca di accontentarlo. Lucchesi è stato accontentato troppo!! Ora basta!! Anche perché LiberaMente a questa Amministrazione ed a questa Maggioranza ed a questo mal governonon intende fare nessuno sconto a nessun titolo ed a nessun livello; sia politico, sia amministrativo, sia giudiziario se sarà il caso.

Arriviamo in effetti a questo Consiglio dopo che Noi avevamo chiesto urgentemente, ma in maniera propositiva e responsabile, un confronto pubblico ed istituzionale, ovvero, da tenersi in Consiglio. La risposta della Maggioranza è stata la peggiore che ci si poteva aspettare. Avete disertato il Consiglio perché ovviamente siete incapaci al confronto tecnico, perché di bilancio e debiti fuori bilanci e di equilibri e riequilibri di bilancio non ne capite assolutamente nulla ed avete così tanta paura ad affrontare la gente che convocate questo Consiglio alle ore 10,00 di mattina perché sapete che a quest’ora non verrà nessuno. Siete la vergogna di voi stessi. E fate bene a vergognarvi di voi stessi! Chi più di tutti deve vergognarsi è il Signor Presidente del Consiglio, Signor Esposito Fulvio che in sfregio e spregio del Suo ruolo (che con la sua elezione ha accettato a meno che non ci dica che è stato minacciato) non solo non si è presentato in Consiglio, mancando di rispetto al suo ruolo istituzionale e alle responsabilità che ne conseguono, ma è rimasto in piazza (come la maggior parte di voi) ad accomodare una politica fatta di ignoranza e inettitudine, umiliando l’intera comunità di Santa Domenica Talao. Ha mortificato tutti i Cittadini ed in special modo i suoi elettori che in lui avevano riposto la loro fiducia e che invece, oggi si ritrovano a chiedere a noi di fare chiarezza sui conti di bilancio.

Siete alla Vostra Fine e vorreste ricominciare! Ricominciare chiedendo lacrime e sangue a chi le tasse le ha sempre pagate e risparmiando, con la vostra incapacità ed inerzia e menefreghismo, chi non le paga.

Avremmo voluto assumerci assieme a voi le responsabilità di un nuovo modo di fare politica e di gestire la Cosa Pubblica ma avete voluto e volete fare da soli … bene cosi!! Allora da soli andrete avanti ma senza sconti da parte nostra.

In verità siamo solo all’inizio di un lungo percorso contabile/finanziario - dagli esiti incerti e sul quale noi osserveremo ogni piccolo dettaglio senza concedere sconti a nessuno, né ai politici, né ai tecnici - che, in effetti, non dovrebbe essere questo Sindaco a seguire. In primis perché è lui, assieme ai vecchi Consiglieri presenti in Consiglio, l’artefice del dissesto creatosi ed, in secundis, perché è assolutamente incapace a seguire e guidare detto percorso. Occorrerebbe, infatti, un Sindaco capace non solo politicamente ma anche tecnicamente competente.

Per tutta questa serie di motivi politici, tecnici e burocraticichiediamo le dimissioni del Sindaco- resosi bugiardo nei confronti della popolazione e dei suoi stessi sostenitori, tra l’altro tacendo in malafede in particolare ai suoi nuovi Consiglieri eletti, molti dei quali ancora giovani e alle prime esperienze in politica, una situazione di bilancio gravissima, esponendoli al rischio concreto di divenire complici e responsabili di un dissesto che non hanno creato e che hanno scampato solo dopo l’intervento di questa Opposizione, la quale non ha bisogno di fare sgambetti o sgomitare per esercitare il suo ruolo, ma che vuole giocare a carte scoperte e in maniera limpida, soprattutto perché è pronta ad assumersi le proprie responsabilità davanti a tutti i cittadini e vuole arrivare fino in fondo a denunciare una situazione oramai non più sostenibile che vede come principale responsabile il Sindaco Alfredo Lucchesi, incapace di gestire la complicata situazione finanziaria e che, almeno in questa occasione, con le sue dimissioni darebbe prova, per la prima volta, di serietà e presa di coscienza davanti alla popolazione di Santa Domenica Talao di non essere stato capace di amministrare il suo paese. Diversamente l’ostinazione a rimanere saldamente ancorato alla sua poltrona non può che significare disprezzo verso i propri concittadini, disprezzo per il ruolo istituzionale che ricopre, disprezzo per i suoi stessi sostenitori, disprezzo per il proprio paese, consegnandolo ad un avvenire privo di speranze.

In conclusione a completamento del nostro intervento il Gruppo Consiliare di Opposizione di “LiberaMente” preannuncia il Voto Contrarioad un Piano di Riequilibrio di Bilancio discusso nelle vostre segrete stanze e che non avete voluto condividere con noi di LiberaMente in Consiglio, ma soprattutto che non avete voluto condividere con i Cittadini di Santa Domenica Talao!

Avete voluto fare da soli e da soli, ora, farete!!

Santa Domenica Talao 26 agosto 2019

I Consiglieri Comunali di LiberaMente

Paolino Angelo Salvatore

Fortunato Roberto

Lentino Vincenzo

108 visualizzazioni
  • Pagina Facebook miocomune
  • miocomune
  • Youtube miocomune
  • Instagram miocomune
  • LinkedIn
Iscriviti alle Newsletter
Segnalazioni e info
contatto mail: miocomune@gmail.com

Copyright © Miocomune. Tutti i diritti riservati. - quotidiano on line (Reg. inf. 01/2012, Trib. Paola)