Santa Domenica Talao, il Prefetto di Cosenza annulla l'ordinanza "restrittiva” del sindaco

SANTA DOMENICA TALAO – 11 apr. 20 - Aveva fatto appello al prefetto di Cosenza, Cinzia Guercio, il consigliere comunale di opposizione di Santa Domenica Talao, Salvatore Paolino. Chiedeva di valutare l'annullamento di una ordinanza del sindaco, Alfredo Lucchesi, che limitava entrate e uscite nel comune. Secondo Paolino, nei termini in cui era stata posta la questione, si limitava la libertà dei cittadini con un atto che risultava illegittimo. Il Prefetto Guercio ha infatti deciso sull'atto del sindaco: “L'ordinanza n. 13 del 08 aprile 2020, adottata dal sindaco del Comune di Santa Domenica Talao – scrive - ai sensi dell’articolo 54 del decreto legislativo n. 267/2000, è annullata”. L'atto di Lucchesi trattava di “Misure urgenti di prevenzione in relazione al rischio sanitario per evitare la diffusione del Covid-19”. Si faceva riferimento allo “stato di emergenza sul territorio nazionale relativo al rischio sanitario connesso all’insorgenza di patologie derivanti da agenti virali trasmissibili”; all'ordinanza del presidente della Regione Calabria, del 3 aprile.


Si evidenziava il fatto che: “molti soggetti residenti in altre regioni sono possessori di seconde case nel comune”. Dal 9 aprile e fino al 13 aprile 2020, “ferme restando le misure statali e regionali vigenti di contenimento del rischio sanitario di diffusione del Covid-19 – scriveva Lucchesi - si dispongono le seguenti misure: divieto di allontanamento dal territorio comunale da parte di tutti gli individui ivi presenti; divieto di accesso nel territorio comunale ai non residenti, fatta eccezione per il rientro al domicilio o alla residenza di coloro i quali fossero attualmente fuori dal Comune per motivi di salute o altri motivi improrogabili. Resta l’obbligo, per chi arriva nel nostro comune per comprovati motivi di lavoro o di salute, di registrarsi al sito istituzionale della Regione”. Il Prefetto Guercio evidenzia il fatto che: il “provvedimento sindacale, oltre a risultare contraddittorio ed illogico nella parte in cui, in considerazione della asserita necessità di predisporre restrizioni agli ingressi nel territorio comunale, dispone il divieto di allontanamento dal medesimo territorio, appare palesemente ultroneo, sproporzionato e nettamente in contrasto con le disposizioni statali e

regionali, alcune delle quali anche richiamate nell’ordinanza sindacale, in ogni parte del dispositivo,

per le seguenti motivazioni: e il generalizzato divieto di allontanamento dal territorio comunale da parte di tutti gli individui ivi presenti è illegittimo, in quanto nettamente lesivo della libertà di

circolazione degli individui, costituzionalmente garantita e comprimibile, unicamente, a fronte di esigenze di tutela di altri diritti costituzionalmente garantiti, nell’ambito di un soppesato bilanciamento di interessi, che, comunque, non attiene alle prerogative delle Autorità comunali, se non nei limiti di quanto previsto dall’ordinamento giuridico. A tale riguardo, il divieto di allontanamento dal territorio comunale disposto, in assenza di motivazioni scientifiche sotto il profilo dell’aggravamento del rischio che, ad oggi, non vede alcun caso di contagio nel territorio del comune di Santa Domenica Talao, è nettamente in contrasto, oltre che con la decretazione

statale e regionale in materia di misure di contenimento del fenomeno epidemiologico, anche con il decreto legge n.19 del 25 marzo 2020. Tale norma, all’articolo 3, comma 2, espressamente prevede che i sindaci non possano adottare, a pena di inefficacia, ordinanze contingibili ed urgenti, dirette a fronteggiare l'emergenza, in contrasto con le misure statali, né eccedendo i limiti oggettivi consistenti in ipotesi sopravvenute di aggravamento del rischio sul territorio di riferimento”.

1,441 visualizzazioni
  • Pagina Facebook miocomune
  • miocomune
  • Youtube miocomune
  • Instagram miocomune
  • LinkedIn
telegram.jpg
Segnalazioni e info
contatto mail: miocomune@gmail.com
Iscriviti alle Newsletter

Copyright © Miocomune. Tutti i diritti riservati. - quotidiano on line (Reg. inf. 01/2012, Trib. Paola)