San Lucido in quarantena: ecco cosa prevede l'ordinanza

Coronavirus: l'atto emesso ieri dalla governatrice Santelli

SAN LUCIDO – 18 mar. 20 – La città è in quarantena lo ha disposto ieri con una ordinanza la governatrice della Calabria, Jole Santelli. Per il comune di San Lucido, sono adottate le seguenti, ulteriori misure: divieto di allontanamento dal territorio comunale da parte di tutti gli individui ivi presenti; divieto di accesso nel territorio comunale; sospensione delle attività degli uffici pubblici, fatta salva l'erogazione dei servizi essenziali e di pubblica utilità. È fatta salva la possibilità di transito in ingresso e in uscita dal territorio comunale da parte degli operatori sanitari e socio-sanitari, del personale impegnato nei controlli e nell'assistenza alle attività relative all'emergenza nonché degli esercenti le attività consentite sul territorio e quelle strettamente strumentali alle stesse, con obbligo di utilizzo di dispositivi di protezione individuale. È comunque consentito il rientro presso il proprio domicilio, abitazione o residenza. Il mancato rispetto degli obblighi previsti dall'ordinanza comporta l’applicazione di quanto previsto dall’art. 650 del Codice Penale, ove il fatto non costituisca più grave reato. Nell'ordinanza, fra l'altro, si prende atto che: “alla data del 17 marzo 2020, è stato comunicato dai competenti uffici del Dipartimento di prevenzione della Asp di Cosenza che, nel Comune di San Lucido (CS), risultavano allo stato contagiati 2cittadini ivi residenti e 1 altamente probabile, di cui uno ricoverato nel reparto di terapia intensiva dell’ospedale di Cosenza, tutti ricollegabili al medesimo caso confermato; nel Comune di cui trattasi il contagio Covid-19 si è diffuso a soggetti già posti in isolamento domiciliare, di cui due, in data 17 marzo sono stati ricoverati nel reparto di Malattie Infettive dell’Ospedale di Cosenza, Covid-19 positivi;

il dato relativo ai soggetti rientrati dalle ex zone rosse ammonta a 22 persone e, al 16 marzo 2020,risultano in isolamento domiciliare n.13 soggetti, che costituisce “dato suscettibile di aumento”, alla luce delle indagini epidemiologiche in corso e dei possibili contatti diretti dei soggetti contagiati, anche in relazione alla tipologia di attività di alcuni soggetti Covid-19 positivi;

i provvedimenti nazionali e regionali per l’emergenza hanno la finalità di ridurre ogni possibile diffusione del contagio, soprattutto attraverso l’adozione di stringenti misure di prevenzione e di distanziamento sociale”. Si considera che: “la situazione che vede coinvolti i cittadini del Comune di San Lucido risulta di particolare gravità, tenuto conto del rischio di ulteriore e progressivo incremento, in considerazione delle modalità con cui si sono sviluppati i contagi, che potrebbero aver coinvolto un elevato numero di persone e degli ulteriori potenziali contagi, che rischiano di determinare un grave ampliamento dei focolai di infezione”.

501 visualizzazioni
  • Pagina Facebook miocomune
  • miocomune
  • Youtube miocomune
  • Instagram miocomune
  • LinkedIn
Iscriviti alle Newsletter
Segnalazioni e info
contatto mail: miocomune@gmail.com

Copyright © Miocomune. Tutti i diritti riservati. - quotidiano on line (Reg. inf. 01/2012, Trib. Paola)