"Riparti Calabria”: gli interventi degli assessori e consiglieri regionali

L'ASSESSORE CATALFAMO

Non assistenzialismo ma supporto concreto ed operativo alle imprese ed ai lavoratori calabresi che desiderano ripartire. All'atavica resilienza, da sempre prerogativa obbligatoria per la dignitosa sopravvivenza "nonostante tutto", da oggi parte il primo tangibile segnale che i Calabresi possono farcela perché cittadini capaci.

Cittadini capaci che finalmente potranno essere concretamente supportati dalle istituzioni che danno fiducia alla propria terra che ha il diritto/dovere di rialzarsi e ripartire. Lo meritano le imprese che sono state costrette a chiudere per una tragedia immane che ha travolto il mondo e che ha sospeso il tempo.

Sono certa che questo impulso al lavoro sarà la prima occasione utile per dimostrare che la Calabria produttiva esiste e vuole ritrovare i propri spazi facendoli ritrovare ai lavoratori che potranno usufruire di aiuti tangibili e trasparenti magari anche...e perché no...partendo per una volta con un anticipo che farà recuperare un piccolo spazio in quel lungo divario che ci ha tenuti sinora lontani dall'Italia e dall'Europa...

L'Ente che deve programmare nel breve medio e lungo termine si è trovato immediatamente ad operare in piena drammatica emergenza, ma il governo della Regione Calabria sta dimostrando che ha già individuato il modus operandi che ne contraddistinguerà l'operato: dall'analisi dei problemi deriverà sempre l'individuazione dei percorsi atti alla mitigazione delle difficoltà con azioni efficaci e tangibili

Altre iniziative verranno presto intraprese su altri ambiti, tutte verso la direzione oggi così efficacemente definita da un lavoro di squadra che, pur essendo stato appena avviato, mostra già tutte le caratteristiche della Calabria che vuole sollevarsi e avanzare con l'orgoglio della propria identità e senza stare a guardare.

FAUSTO ORSOMARSO

Con l’avvio delle misure “Riapri Calabria” e “Lavora Calabria” la Regione ha voluto mettere in campo un sostegno concreto e rapido al mondo delle piccole imprese chiuse per Covid, senza sovrapposizioni ma puntando ad integrare i provvedimenti del governo, e soprattutto elaborando un provvedimento di aiuti alle imprese che incide sul mondo del lavoro per il mantenimento occupazionale.

Queste misure sono il frutto di un lavoro condotto con equilibrio e serietà e con un confronto continuo con le categorie, le forze sindacali,  i dirigenti e tutti i componenti della giunta, con il coordinamento della presidente Jole Santelli, perché ogni euro allocato porta con sé una complessità di organizzazione in rapporto ai regolamenti europei e ai provvedimenti del governo. Ci siamo impegnati a produrre fatti.

Abbiamo messo in campo procedimenti trasparenti e veloci per la presentazione delle domande e per i pagamenti - con il coinvolgimento di Arcea e Fincalabra - in modo da iniettare nelle casse delle imprese buona parte dei 150 milioni finora destinati con il programma “Riparti Calabria” e che puntiamo ad incrementare, anche resistendo, con la presidente Santelli, alle richieste del governo che punta a dirottare le risorse destinate alle regioni meridionali.

Siamo stati veloci - la prima delibera di indirizzo è del primo aprile, in cinque settimane abbiamo mandato in pubblicazione il primo bando, e domani uscirà  il secondo - e soprattutto,  appena l’Unione Europea ha rimodulato la disciplina degli aiuti di Stato per l’emergenza coronavirus, abbiamo realizzato una misura per il lavoro sulla quale vogliamo ripensare le future politiche attive dopo la crisi.

Dare alle imprese maggiormente colpite dal covid la possibilità di non licenziare i propri dipendenti, grazie all’impegno della Regione a sostenere il costo del lavoro con circa 320 mila voucher da 300 euro in media per ogni occupato, significa consentirgli di ripartire mantenendo la propria competitività.

Puntiamo a tenere vivo il tessuto economico della Calabria in tutti i settori, anche in quello turistico per il quale ci stiamo attrezzando a ripartire sfruttando la nostra capacità di proporci, grazie all’impegno di tutti, come regione “Covid-free”, auspicando che il governo nazionale recuperi il ritardo e ci fornisca regole chiare per garantire la riapertura in sicurezza delle attività.

FRANCESCO TALARICO

Abbiamo presentato misure economiche importanti che, insieme a quelle di sostegno alle politiche sociali e all'emergenza alimentare, vogliono essere un segnale concreto di ripartenza.

Un invito a superare la paura, guardando al nostro futuro con maggiore serenità, consapevoli che all'uscita dal tunnel si intravede la luce.

In questo senso gli aiuti previsti per le piccole e medie imprese, che rappresentano l'anima del settore produttivo dell'intera regione, sono un segnale d'attenzione concreto nei confronti di tante famiglie calabresi.

Un risultato raggiunto grazie all'azione armonica dell'intera Giunta, reso possibile dalla straordinaria capacità di coordinamento del Presidente Santelli.

Così Francesco Talarico, assessore al bilancio e al personale.

SANDRA SAVAGLIO

"Riapri Calabria, una misura appartenente al progetto complessivo Riparti Calabria, ha lo scopo di aiutare le microimprese della Calabria in difficoltà a causa del COVID-19.

Una manovra importante che mostra come la Regione sia presente nei fatti concreti, cercando di fare il possibile per mantenere vivo il lavoro che tiene insieme l'intero tessuto sociale della nostra Terra, un lavoro spesso a conduzione familiare.

Sono contenta e spero che anche i beneficiari con questo sostegno siano in grado di tirare un sospiro di sollievo".

Così Sandra Savaglio, assessore all'istruzione, università, ricerca e innovazione.

ANTONIO DE CAPRIO

“Vogliamo e dobbiamo sostenere i piccoli imprenditori e partite iva in questa fase emergenziale” così si esprime il consigliere regionale di FI Antonio De Caprio sul bando della Regione Calabria del 7 maggio 2020, che si prefigge di attenuare il più possibile gli effetti socio-economici derivanti dalla repentina interruzione delle attività produttive, a seguito del D.P.C.M. 11 marzo 2020 e 22 marzo 2020.

“RIAPRI CALABRIA” la misura prevede un bonus concesso nella forma di contributo a fondo perduto del valore di € 2.000,00 per Microimprese Artigiani, Commerciali, Industriali e di Servizi che, alla data del 31 dicembre 2019, siano attive e abbiano sede operativa nella Calabria. E’ rivolto a ciascuna impresa che lo richiede. Il contributo è cumulabile con tutte le indennità e le agevolazioni, anche finanziarie, emanate a livello nazionale per fronteggiare l’attuale crisi economico-finanziaria causata dall’emergenza sanitaria da “COVID-19”.

“Siamo vicini al tessuto produttivo calabrese - continua l’esponente politico De Caprio - e auspichiamo in una ripartenza quanto più tempestiva, che deve essere supportata dalle azioni messe in campo dalla regione per dare un sostegno alla liquidità delle microimprese calabresi.”

La domanda, estremamente semplificata, da effettuare su piattaforma informatica apposita, potrà essere trasmessa dalle imprese o da intermediari qualificati. La Regione Calabria, dopo averla esaminata, disporrà immediata erogazione a mezzo bonifico sull’IBAN del beneficiario.

“E’ un intervento importante che la regione sta mettendo in atto” continua il consigliere Antonio De Caprio e aggiunge “perché siamo convinti che un passo alla volta e con tanta voglia di ripartire possiamo ricominciare da dove abbiamo lasciato”.

In Calabria si stimano perdite di fatturato pari a 2.2 miliardi di euro nel solo anno 2020 e 900 milioni nel 2021 a causa dell’emergenza coronavirus.

“Non possiamo più attendere! E’ il momento di agire e dare risposte concrete! Stiamo mettendo in campo il nostro impegno al fianco degli imprenditori calabresi, che oggi più che mai hanno bisogno delle istituzioni” -commenta cosi il consigliere Antonio De Caprio in un momento estremamente difficile, che vede il territorio e le istituzioni chiamati a stare uniti per uscire insieme dalla crisi.

Sulla misura sono previsti interventi per € 40.000.000,00 equivalenti all’erogazione di 20.000 bonus sull’intero territorio regionale seguendo l’ordine cronologico delle richieste pervenute.

“Siamo sicuri di un riscontro positivo da parte del territorio, perché convinti che gli imprenditori calabresi abbiano intenzione di lavorare dignitosamente senza doversi abbassare alle logiche dell’assistenzialismo”

“LAVORA IN CALABRIA” prevede un bonus rivolto alle Microimprese e PMI Artigiane, Commerciali, Industriali e di Servizi appartenenti al tessuto economico regionale per sostenerle nella fase di riapertura per post lockdown Covid che, alla data del 31 Dicembre 2019, siano attive e abbiano sede operativa nella Calabria.

Il bonus è concesso nella forma di contributo all’occupazione in ragione di 250-350 euro per ogni addetto in forza lavoro, moltiplicato per un fattore di correzione. Il contributo viene riconosciuto per un periodo di 5/6 mesi, cumulabile con tutte le indennità e le agevolazioni, anche finanziarie, emanate a livello nazionale per fronteggiare l’attuale crisi economico-finanziaria causata dall’emergenza sanitaria da “COVID-19”.

“Lavora in Calabria è un’altra risposta concreta che questa Regione avanza a fronte dell’emergenza economica conseguente all’emergenza sanitaria relativa al COVID-19” chiosa l’esponente politico.

Prevediamo interventi per € 80.000.000 con l’erogazione di 300.000 voucher occupazionali sull’intero territorio regionale seguendo l’ordine cronologico delle richieste pervenute.

“Un plauso alla Governatrice Jole Santelli, per la tenacia e la determinazione che sta dimostrando a fronte di un’emergenza difficile e del tutto inaspettata, che si è trovata a fronteggiare dopo poco più di un mese dal suo insediamento e che sta affrontando con il massimo senso di responsabilità e con spirito di squadra” le parole di ammirazione da parte del Consigliere Antonio De Caprio nei confronti del Presidente Santelli.

"Ce la stiamo mettendo tutta per far si che la Calabria non si arrenda. Siamo un popolo di lavoratori che con sacrificio, dedizione e dignità intendiamo lottare e vincere anche questa battaglia a testa alta” conclude il Consigliere Antonio De Caprio sulle misure portate avanti in queste ultime ore da questa giunta regionale.

85 visualizzazioni
  • Pagina Facebook miocomune
  • miocomune
  • Youtube miocomune
  • Instagram miocomune
  • LinkedIn
Iscriviti alle Newsletter
Segnalazioni e info
contatto mail: miocomune@gmail.com

Copyright © Miocomune. Tutti i diritti riservati. - quotidiano on line (Reg. inf. 01/2012, Trib. Paola)