• miocomune.tv

Praia A Mare: un parcheggio a Fiuzzi: “Altra cattedrale nel deserto”

Aggiornato il: gen 9

L'ex assessore De Lorenzo vota no alla realizzazione e spiega perché


PRAIA A MARE – 2 gen 20 - Lo scorso 30 dicembre in consiglio comunale a Praia a Mare, tra gli altri punti, si è discusso di una richiesta di finanziamento, a fondo perduto, di circa due milioni e mezzo di euro per il completamento e la ristrutturazione del parcheggio coperto di Fiuzzi. A tale punto, l'ex assessore Antonino De Lorenzo ha espresso voto contrario. De Lorenzo ha paragonato tale opera a quella “fallita” del palatenda di località Santo Stefano. Avendo fatto parte della maggioranza, l'ex assessore evidenzia che erano state fatte altre ipotesi per quell'area. “Evidentemente – afferma De Lorenzo - il futuro fa paura a chi si ostina ancora a rifinanziare progetti che non hanno dato un contributo di sviluppo concreto e che, ad oggi, rappresentano il fallimento di un'era che spero finisca presto”. Secondo De Lorenzo, inoltre, il progetto è carente di un’azione programmatica e sarebbe frutto di una scelta improvvisata e “fatta solo per impacchettare un progetto che spero non sia mai finanziato. Questo perché lo ritengo assolutamente inutile in questa fase, atteso che, almeno fino a questo momento, non vi sono scelte precise relative allo sviluppo dell'intera area di Fiuzzi che, purtroppo anche per mia responsabilità, risulta, ad oggi, totalmente abbandonata. Prima di pensare ai posti auto, prima di mettere mano ad un ammasso di cemento che non ha mai svolto la funzione per la quale fu progettato, prima di spendere risorse ed energie per un’altra cattedrale nel deserto, ritengo sia necessario fare una valutazione molto più ampia articolata e seria su una delle zone più belle d’Italia. Non è possibile – afferma De Lorenzo - consumare suolo così prezioso per creare parcheggi quando lo stesso dovrebbe servire a far scaturire tale fabbisogno con la realizzazione di strutture ricettive di alta qualità, di attività per il tempo libero e per la cultura unitamente ad un serio progetto di riqualificazione degli stabilimenti balneari che aspettano, oramai, invano e a differenza di tutti i comuni viciniori, sia una proroga delle concessioni che un serio progetto di riqualificazione atto a dare dignità agli operatori che da anni, con sacrificio estremo, cercano di offrire servizi di qualità con strutture totalmente obsolete”. Secondo De Lorenzo non c'è un progetto sull'area di Fiuzzi. Ma anche sull'isola di Dino rivela: “Non abbiamo capito di chi sia veramente; pende un importante procedimento che ancora non ci dà nessuna certezza. Non sarebbe il caso di pensare che anche il suo sviluppo potrebbe richiedere la necessità di avere dei posti auto a

terra oppure vogliamo far salire le auto sopra di essa creando un mega parcheggio di cemento a vista sul frontone?”.

0 visualizzazioni
  • Pagina Facebook miocomune
  • miocomune
  • Youtube miocomune
  • Instagram miocomune
  • LinkedIn
Iscriviti alle Newsletter
Segnalazioni e info
contatto mail: miocomune@gmail.com

Copyright © Miocomune. Tutti i diritti riservati. - quotidiano on line (Reg. inf. 01/2012, Trib. Paola)