top of page

Praia a Mare, per la minoranza e Praticò: "sindaco e giunta: spendaccioni”

Praia a Mare, uno sguardo al portafogli; per la minoranza e Praticò: "sindaco e giunta: spendaccioni ”. I conti in tasca all'amministrazione De Lorenzo


Praia a Mare, uno sguardo al portafogli; per la minoranza e Praticò: "sindaco e giunta: spendaccioni”. I conti in tasca all'amministrazione De Lorenzo

PRAIA A MARE – 25 nov. 23 - “Variazioni di bilancio, 10 milioni in più in un anno e mezzo di gestione De Lorenzo a Praia a Mare: spese ingiustificate e fuori controllo, nessun investimento strutturale e zero opere pubbliche”, per la minoranza e per Praticò sindaco e giunta sono "spendaccioni”. E' l'impietosa analisi del gruppo di minoranza “Amare Praia”; ma c'è anche una considerazione dell'ex sindaco di Praia a Mare, Antonio Praticò, che aveva messo da parte nelle casse comunali un “tesoretto” da utilizzare per opere. Scrive ai cittadini: “Carissimi amici, in questi primi 18 mesi della nuova vita amministrativa, dalla cassa comunale esistente alla data del 13 giugno 2022, sono stati consumati oltre 5.250.000 euro e tra questi oltre 500.000 euro consumati per manifestazioni”. Il timore dell'ex sindaco Praticò è che il denaro messo da parte possa essere “consumato” per eventi che non gioveranno alla qualità della vita dell'intera cittadinanza. E per la gestione prossima, i timori di Praticò sono gli stessi.



Scrive infatti: “Ora, cari amici, vedremo quali somme saranno destinate nel bilancio per manifestazioni anno 2024. Chiedete al sindaco se i debitori di centinaia di migliaia di euro, denaro che dovrebbe rientrare nelle casse del comune, hanno pagato qualcosa in questi 18 mesi. Chiedete ancora al sindaco – conclude il commento di Praticò - perchè per l'anno 2022 non è stato approvato il ruolo, riferito al consumo dell'eccedenza dell'acqua? Eppure negli anni passati vi sono stati ruoli di oltre 100mila euro all'anno”.

Nella seduta di mercoledì scorso il consiglio comunale, con i voti della maggioranza, ha approvato le variazioni al bilancio di previsione 2023-2025. Amare Praia ha votato contro la manovra finanziaria poiché la spesa corrente del comune di Praia “continua a crescere in maniera incontrollata ed ingiustificata. Per il secondo anno consecutivo – commentano i consiglieri - l’amministrazione comunale ha aumentato a dismisura i costi di gestione. Le promesse di De Lorenzo e compagni sono durate poco: giusto il tempo di illudere gli elettori e prendersi il loro voto. In cambio, i cittadini hanno ottenuto l’aumento dei tributi e dei costi della spesa corrente del Comune.



Soldi che usciranno dalle nostre tasche. Il bilancio di previsione 2023, deliberato da questa Giunta, era già cresciuto di 4 milioni di euro, passando da 11 a 15 milioni di euro. Le variazioni di bilancio approvate lo scorso 22 novembre portano addirittura la spesa da 15 a 20 milioni di euro. Questi aumenti non prevedono alcuna miglioria strutturale e neppure la realizzazione di opere pubbliche. In aula abbiamo chiesto chiarimenti, ma il sindaco, come suo solito, ha tentato di giustificare tali aumenti con la costante manutenzione che il paese richiede”.

Secondo la minoranza, inoltre, “tale giustificazione è un’evidente scusa atta a nascondere la scarsa capacità di gestione delle spese, in quanto è impensabile ricondurre ben 9 milioni a sole esigenze di manutenzione. Solo per fare un esempio: compaiono due voci di spesa, pari rispettivamente a 40.000 euro destinati al supporto servizi esterni acquedotto, e 75.000 euro destinati al supporto servizi esterni verde pubblico da impegnare entro fine esercizio, cioè entro il 31 dicembre prossimo. Come è possibile spendere 115 mila euro in poco meno di 6 settimane?



E’ inaccettabile che la spesa aumenti in maniera vertiginosa: la copertura dei costi è così difficile da costringere la maggioranza a fare i salti mortali per mantenere il bilancio in equilibrio utilizzando l’avanzo di amministrazione. A pagare sono e saranno ancor di più i contribuenti già colpiti dagli aumenti dei tributi comunali. A distanza di un anno e mezzo dal suo insediamento la Giunta De Lorenzo non ha realizzato nulla. Progetti non ce ne sono, se non quelli ereditati dalla precedente Amministrazione: in bilancio è infatti previsto – tra le tante eredità lasciate dalla precedente amministrazione - un finanziamento di 713 mila euro ottenuto con un progetto finanziato dal Pnrr per implementare i processi di meccanizzazione dell’impianto comunale di raccolta dei rifiuti”.



Comments


Miocomune whatsapp
  • Pagina Facebook miocomune
  • miocomune
  • Youtube miocomune
  • Instagram miocomune
telegram miocomune

contatto mail: miocomune@gmail.com

Iscriviti ai nostri canali per essere sempre informato
Clicca sulle icone, andrai direttamente ai nostri social

bottom of page