Praia a Mare, Jova beach Party: il sogno infranto dall'azione risarcitoria

La situazione difficile e imbarazzante all'interno della GIunta Praticò. #praiaamare


L'assessore De Lorenzo con Jovanotti

PRAIA A MARE – 23 ott. 19 - La notizia della richiesta di risarcimento alla società che si è occupata dell'organizzazione del Jova Beach party del 7 agosto scorso, ha generato sorpresa, non soltanto fra i cittadini di Praia a Mare. Come è noto, la Giunta del sindaco Praticò, assente l'assessore Antonino De Lorenzo, ha dato mandato al proprio legale di avviare una richiesta di risarcimento danni verso la società organizzatrice dell'evento. L'amministrazione praiese lamenta di aver subito danni all'asfalto nell'area destinata al concerto di Jovanotti. Danni che, secondo l'esecutivo del sindaco Praticò, devono essere risarciti ai cittadini. E mentre la società, con atto inviato al comune, non si ritiene responsabile dei danni lamentati, in paese, in molti, fanno due più due e traggono già le conclusioni. C'è infatti chi sostiene che si tratti di un primo attacco del sindaco Praticò e del resto della Giunta al “dissidente” Antonino De Lorenzo che come è noto è stato il “deus ex machina” dell'evento. Insomma, un “regolamento dei conti” politico. La situazione, è inutile nascondersi dietro ad un dito, è difficile. Il sindaco non si pronuncia e non genera alcun atto per escludere De Lorenzo dall'esecutivo dove, in ogni caso, è attualmente in “minoranza”; e, dall'altra parte, non c'è stato alcun passo ufficiale per arrivare allo strappo definitivo. Una situazione di impasse che forse genera anche un po' di imbarazzo. E nella giornata di ieri, l'assessore De Lorenzo, ha diffuso una ennesima nota dedicata al sogno “infranto” del Jova Beach Party. “E’ stato, probabilmente, l’evento più grande ed importante che sia mai stato realizzato a Praia a Mare – afferma De Lorenzo - che ha collocato la nostra cittadina tra le mete turistiche più importanti d’Italia, proiettandola in una vetrina mediatica senza eguali, grazie al continuo battage di comunicazione iniziato già a dicembre 2018; ad una presenza martellante sui social; ad una pubblicità costante nelle più grandi città Italiane e in molte capitali europee; alle milioni di visualizzazioni dei video e delle foto dell’evento, numero che ancora oggi cresce in modo esponenziale; alle riprese del concerto che di recente sono state trasmesse sul prestigioso canale musicale VH1; al servizio di oltre 30 minuti realizzato da Studio Aperto – Italia 1; ai collegamenti continui con i più importanti network radiofonici italiani che hanno parlato e ancora parlano dell’evento e di Praia a Mare”. Un evento che ha generato un indotto con alberghi e strutture ricettive di ogni genere che hanno registrato il pieno nei giorni precedenti e successivi all’evento, con i locali pubblici che hanno lavorato a pieno regime. “Apprendiamo – commenta DE Lorenzo - che lo stesso sindaco, con tutti i componenti della Giunta ad eccezione del sottoscritto, ha deliberato di agire contro l’organizzazione del Jova Beach per richiedere il risarcimento del danno che sarebbe stato provocato a parte del manto stradale superficiale di un’area adibita a parcheggio. Mi domando: è questo il giusto modo di partire per raggiungere obiettivi sempre più elevati e di qualità? E’ questo il vero ringraziamento rivolto a chi ha organizzato il più grande evento della nostra storia? E’ questo il sistema giusto per costruire dei sani rapporti di collaborazione per la realizzazione dei grandi eventi? E’ la giusta ricompensa a chi ha fatto una pubblicità senza eguali e senza far sborsare un centesimo all’Ente? No! Questo è, piuttosto, il punto arrivo, il punto di non ritorno!. Il non ritorno di concerti importanti, il non ritorno di un’economia che poteva trovare linfa vitale in queste progettualità, il non ritorno di qualcosa di meraviglioso che ha unito intere generazioni in una serata magica. Tutto questo è stato polverizzato sempre dal solito puntiglio! Non sono legale né geometra né ingegnere e quindi non pretendo di entrare nel merito tecnico della questione: sono però colui il quale, nella sua esperienza politica, ha cercato di dare a Praia la visibilità che merita, attraverso eventi e manifestazioni seguite in tutto il mondo, mettendoci impegno, amore e passione. Che con umiltà e spirito di iniziativa ha costruito le relazioni ed i rapporti che hanno dato i risultati che sono sotto gli occhi di tutti.

Hanno trovato il modo per distruggere tutto questo, per ostacolare la spinta verso un futuro migliore per tutti noi, mantenendo posizioni arcaiche degne di un film sbiadito e in bianco e nero!».

0 visualizzazioni
  • Pagina Facebook miocomune
  • miocomune
  • Youtube miocomune
  • Instagram miocomune
  • LinkedIn
Iscriviti alle Newsletter
Segnalazioni e info
contatto mail: miocomune@gmail.com

Copyright © Miocomune. Tutti i diritti riservati. - quotidiano on line (Reg. inf. 01/2012, Trib. Paola)