Cerca

Praia a Mare, il comune fa richiesta per uno sportello Inps

Dopo Diamante è il secondo comune dell'alto Tirreno. La Cgil contesta la "politica” messa in atto dall'istituto

PRAIA A MARE – 5 mar. 20 - Potrebbe essere una provocazione politica, ufficialmente, però è un atto deliberativo della Giunta del sindaco Antonio Praticò. Come è noto nei giorni scorsi ci sono state polemiche sul paventato spostamento della sede Inps da Scalea a Diamante. Situazione poi rientrata, perché il comune di Scalea ha messo a disposizione dei locali. La vicenda è tornata in auge, in quanto il comune di Diamante aprirà uno sportello Inps sul territorio. E così anche l'esecutivo di Praia a Mare ha inviato una proposta dello stesso tenore, deliberando: “di richiedere alla direzione provinciale, prima, e per il tramite di essa a quella regionale Inps di voler ubicare un punto Inps presso il comune di Praia a Mare; e di mettere a disposizione dell'istituto locali idonei”. Ieri, Mimma Iannello, rappresentante territoriale della Cgil, con riferimento alla richiesta del comune di Diamante, aveva definito per l'Inps: “una scelta audace che frammenterebbe il servizio depotenziandone la qualità ed il servizio ai cittadini. Come Cgil – scriveva Iannello - chiediamo che i vertici dell'Istituto, unitamente alle rappresentanze sociali e istituzionali del territorio mettano un punto fermo sullo scenario organizzativo Inps nel territorio. Il gioco a scacchi su dove allocare questo o quel pedone rischia di generare allarme sociale tra quanti attendono con fiducia che si compia il ritorno dell'Inps nella sua sede originaria di Scalea”. La giunta di Praia a Mare, nell'atto deliberativo ricorda, fra l'altro, che: “la presenza istituzionale del Direttore Regionale ad un incontro ha reso possibile un confronto più diretto non solo con i vertici provinciali e regionali ma ha anche consolidato negli amministratori locali il profondo convincimento dell'indispensabile presenza dell'Istituto sul territorio”.



264 visualizzazioni