Praia a Mare: Fortunato: “Uno dei pochi comuni non in dissesto”

Le considerazioni dell'ex assessore sul "fisiologico avvicendamento” nella Giunta del sindaco Praticò. #praiaamare


Pasquale Fortunato

PRAIA A MARE – 8 nov 19 - Un “fisiologico avvicendamento come da accordi presi ad inizio consiliatura, al fine di garantire a tutti la giusta esperienza amministrativa”. Di questo parla Pasquale Fortunato, ex assessore, ora consigliere di maggioranza, in virtù della rotazione concordata. Fortunato aggiunge: “La delega al turismo, rimasta vacante dopo la presa di distanza di De Lorenzo, è stata assegnata al sottoscritto, con la conferma di quella alla Salute ed Igiene pubblica”. Ma sul settore del Turismo spiega meglio: “La novità consiste soprattutto nella gestione collegiale della delega, che vedrà impegnata l’intera maggioranza consiliare, con l’importante contributo esterno dei tanti che hanno a cuore la promozione turistica della nostra cittadina, nella promozione turistica del nostro territorio, ben consapevoli che solo la sinergia turismo-cultura-infrastrutture genera vero e duraturo sviluppo”. Fortunato non vuole nascondere un particolare che è motivo d'orgoglio per la maggioranza: il comune non è in dissesto, anzi i documenti rivelano della presenza di un “tesoretto” che se ben gestito garantirà tranquillità alle amministrazioni successive.

“Si evita accuratamente di porre nel giusto risalto quanto di buono ha fatto, e fa, l’amministrazione – commenta Fortunato - soprattutto in termini di equilibro finanziario. Possiamo sostenere con orgoglio di essere uno dei pochi Comuni calabresi a non essere in dissesto o riequilibrio finanziario, abbiamo un indicatore di tempestività dei pagamenti per forniture di servizi e beni con il segno negativo da molti anni, significando che la media delle fatture viene saldata in anticipo sulla scadenza, abbiamo appena avviato una manifestazione di interesse, insieme al Comune di Tortora, per l’area portuale, è stato attuato il piano di videosorveglianza totale dell’intero territorio, e tanto altro ancora che renderemo pubblico prossimamente”. Anche sul problema Demanio, Fortunato rende nota la sua visione: “Sono individuabili due opinioni giuridiche divergenti, in assenza di Giurisprudenza in merito, sulla legittimità dell’atto di compravendita dell’intero compendio demaniale al Comune di Praia. La posizione dell’Ente, confortata dal parere dei consulenti legali nominati, è quello della piena legittimità e si sta procedendo alla stipula degli atti di trasferimento ai singoli concessionari. E’ indubbio che ognuno possa lecitamente avere delle perplessità, fondate o meno che siano, ma è altrettanto lecito e, direi doveroso, da parte dell’amministrazione pretendere che i cittadini interessati onorino l’impegno di acquisire il bene demaniale oggetto della compravendita, considerato il notevole impegno finanziario che l’Ente ha sostenuto al momento del perfezionamento dell’accordo”.

Sul risarcimento danni per Jova Beach. “Polemica davvero sconcertante ed illogica – afferma Fortunato - ad ennesima dimostrazione che la vis polemica pretestuosa non accenna a ridursi. Sfugge a tal proposito il senso di responsabilità istituzionale che si deve avere quando si occupano cariche pubbliche. Viene da chiedersi perché il danno causato da terzi, civilmente obbligati al ristoro, debba per scelta degli amministratori essere richiesto ai propri concittadini. Sarebbe interessante conoscere, a tal proposito, il punto di vista dei praiesi e soprattutto della Corte dei Conti. Purtroppo tutto ciò è lo specchio fedele del degrado del dibattito politico, tutto incentrato sulle polemiche futili e strumentali. A me sinceramente, da cittadino praiese, ancor prima che da amministratore, interessa tutto questo, molto meno il resto”.

223 visualizzazioni
  • Pagina Facebook miocomune
  • miocomune
  • Youtube miocomune
  • Instagram miocomune
  • LinkedIn
Iscriviti alle Newsletter
Segnalazioni e info
contatto mail: miocomune@gmail.com

Copyright © Miocomune. Tutti i diritti riservati. - quotidiano on line (Reg. inf. 01/2012, Trib. Paola)