Porto di Diamante, sulle determinazioni dell'Enac interviene il Comitato ambiente

DIAMANTE – 7 mag. 20 - Alla luce delle informazioni rese dal sindaco Ernesto Magorno in riferimento alle determinazioni dell'Anac sul porto di Diamante, interviene il Comitato ambiente. Quest'ultimo, innanzitutto, fa presente che dalla nota del sindaco Magorno “non si evince chi abbia fatto l'esposto, e può lasciar intendere che sia stata l’amministrazione comunale a proporlo. E’ bene, quindi, ricordare le cose come sono andate rispetto all’esposto all’Anac, prima che qualcuno si impossessi del risultato ottenuto. Il 2 dicembre del 2018, da parte del movimento popolare per un porto pubblico, partì l’iniziativa di informare varie autorità su quanto stava avvenendo rispetto alla questione porto. C’era stato uno sciopero del paese, varie iniziative sul lungomare quasi quotidiane e il Movimento organizzò una raccolta di firme fra i cittadini, e un comizio sul lungomare. Un centinaio le firme raccolte e il giorno dopo partì l’esposto non solo all’Anac, ma ad una serie di indirizzi. A curare l’esposto fu l’avvocato Raffaele Cammarella. Ora ecco arrivare a pochi giorni dalla sentenza del Tar favorevole a Santoro, la delibera dell’Anac che dà la possibilità adesso al Comune di Diamante di recarsi alla Regione con in mano una inoppugnabile delibera”. Una delibera che recupera buona parte dell’esposto, fatto dall’avvocato Cammarella per conto del Movimento popolare e dei cittadini firmatari, riconoscendo evidenti illegittimità sia formali che sostanziali da parte della stazione appaltante. “Nella delibera – fa presente il comitato ambiente - si evidenzia la palese inerzia nel controllo dei lavori ed una grave omissione nella sorveglianza da parte della regione. Viene evidenziato il sostanziale inadempimento del concessionario e censurato il colpevole silenzio degli organismi di controllo. Un aspetto molto importante è quanto emerge in merito alla variante del 2016 sul quale l’Anac rileva violazione delle norme previste dal codice degli appalti essendo stato assegnati direttamente al concessionario i lavori aggiuntivi senza una necessaria gara a evidenza pubblica nel rispetto delle norme”.

57 visualizzazioni
  • Pagina Facebook miocomune
  • miocomune
  • Youtube miocomune
  • Instagram miocomune
  • LinkedIn
Iscriviti alle Newsletter
Segnalazioni e info
contatto mail: miocomune@gmail.com

Copyright © Miocomune. Tutti i diritti riservati. - quotidiano on line (Reg. inf. 01/2012, Trib. Paola)